Taurianova si colora di arte e speranza: al via il concorso internazionale Madonnari

Il tema di questa edizione è “Laudato sii... prendersi cura”

0
85

Al via la sesta edizione del “Concorso Internazionale Madonnari – Città di Taurianova”, la manifestazione ideata dall’Associazione “Amici del Palco” e anche quest’anno diretta dal maestro madonnaro Gennaro Troia (fondatore della Scuola Napoletana dei Madonnari), tesa a valorizzare l’arte antica dei madonnari, la tradizione, la storia e il territorio che si trasforma in uno scenario esclusivo per l’arte di strada, che si terrà fino a domenica 8 agosto.

La città di Taurianova, è l’unica città italiana quest’anno ad accogliere i madonnari provenienti da tutto il mondo, che con i loro gessettirealizzeranno una galleria a cielo aperto rimanendo legati al tema dell’anno Laudato sì… prendersi cura”che si ricollega alla lettera enciclica di Papa Francesco che invita a prendere coscienza di una necessaria conversione ecologica per essere custodi del creato. 

Ad aprire nel cuore di Taurianova il Concorso Internazionale dei Madonnari, che si inserisce tra le maggiori manifestazioni culturali e artistiche dell’intera regionela benedizione dei gessetti, un momento molto sentito da tutti gli artisti che attraverso i colori diventeranno parte integrante dell’opera, fondendosi con l’opera stessa. Nell’arco dei tre giorni in cui si svolgerà la manifestazione, i visitatori potranno dunque anche gustare la bellezza della generazione e realizzazione nel tempo di ogni opera.

«Il madonnaro nasce sull’asfalto e siamo felici quindi di tornare sulla strada per questo evento atteso da tutta la città, ma anche da tutta la regione,– ha affermato l’Arch. Giacomo Carioti, presidente dell’Associazione “Amici del Palco” e ha aggiunto –  l’arte preziosa dei madonnari, ricca di storia, di tradizioni e di sacrificio degli artisti che mossi da questo amore si chinano per ore va protetta e custodita ed è quello che facciamo da 6 anni, nonostante le difficoltà degli ultimi due anni dovute dalla pandemia, ma tutti i volontari sono felici di spendersi per far crescere sempre di più questo concorso che quest’anno vede oltre molti artisti italiani anche alcuni provenienti dalla Colombia, Vietnam, Germania, Giappone e Nigeria».