Seminara: nasce l’Asd “Madonna dei Poveri” di calcio a 5

Don Caruso, presidente della squadra e parroco: «Seguiamo le parole di Papa Francesco “mettersi in gioco con gli altri e con Dio non accontentandosi di un mediocre pareggio”»

0
49

Nasce a Seminara, all’interno del progetto educativo e di evangelizzazione della Parrocchia, l’ASD “Madonna dei Poveri”, calcio a 5.

La Squadra parteciperà al campionato allievi ASC CALABRIA, di cui è Presidente Antonio Eraclini.

Il Presidente della neonata squadra di calcio è lo stesso Parroco, don Domenico Caruso; l’Allenatore è Domenico Artuso e il Preparatore atletico Carmelo Romeo.

I ragazzi impegnati sono: Carmine Piccolo, Giuseppe Scibilia, Samuele Ligato, Carmelo Piccolo, Loris Parrello, Costian Piccolo, Tommaso Piccolo, Marco Gioffrè, Nino Garzo e Giuseppe Gioffrè.

L’iniziativa è stata realizzata grazie al supporto di molti fedeli della parrocchia e dei negozianti, che hanno contribuito a colorare le divise della squadra, i palloni e tutto il materiale necessario. Le tute ed i palloni sono stati acquistati dalle società F.lli Paolo e ALL.PA.CO. s.r.l., che hanno dimostrato un grande interesse verso il progetto.

«Sono convinto che lo Sport sia un ottimo elemento di equilibrio perché aiuta il giovane a sviluppare una formazione totale per i tempi, le forme e le regole presenti in ogni sport. Per noi educatori, poi, è una forma attuale e diretta di evangelizzazione. Nello Sport ci sono valori quali l’amicizia, il dialogo, il rispetto, la solidarietà che aiutano la persona a crescere e a maturare. Ogni forma di Sport deve servire a questo. I ragazzi, nel gioco di squadra vengono aiutati a non isolarsi e a mettersi in discussione», ha detto il parroco don Domenico Caruso.

«Ci aiutano in questo “progetto” le parole di Papa Francesco al Centro Sportivo Italiano del 2014: “mettersi in gioco con gli altri e con Dio senza accontentarsi di un pareggio mediocre. Dare il meglio di se stessi per ciò che dura per sempre”», ha aggiunto.

I colori della divisa scelti sono: maglietta azzurra, pantaloncini e calzettoni bianchi.

«Desidero ringraziare Roberto Gaudioso, il quale ha offerto le maglietta e l’Amministrazione Comunale per la disponibilità del Campo dove i nostri atleti si possono allenare – ha aggiunto don Caruso – Un grazie a Domenico Artuso il quale ha subito condiviso la mia proposta per il bene dei nostri ragazzi. Il mio augurio è che altri ragazzi si inseriscano in questo nostro “ camminare calciando”».