Sanità, l’appello di Giannetta: «Sbloccare le spettanze dei pediatri»

«La precarietà remunerativa rende ancora più difficile la situazione sanitaria»

0
41

«Sbloccare spettanze pediatri, ferme all’Asp dal 2018».

Lo chiede il Consigliere regionale Domenico Giannetta (FI) a conclusione del congresso “Ospedale e territorio: integriamo per innovare” egregiamente promosso Antonio Musolino, direttore scientifico della cooperativa Leukasia, presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

«I pediatri mi hanno informato e documentato della mancata corresponsione di compensi loro dovuti, in attuazione del contratto collettivo, per come riconosciuto nella delibera n°622 dell’Asp di Reggio Calabria del 6 agosto 2014, il cui pagamento è stato disposto con la delibera n°0914 del 16 agosto 2018 rimasta però inattuata – dichiara Giannetta – I pediatri hanno un ruolo importantissimo nella relazione con le famiglie di cui rappresentano il primo baluardo sanitario di professionalità che dobbiamo assolutamente valorizzare nella rete dei servizi ospedalieri e del territorio. Una rete che però deve ancora essere messa a sistema – specifica il consigliere – e che ha dimostrato tutte le sue falle nelle drammaticità della pandemia».

«Questa precarietà remunerativa aggrava invece la situazione. Si ponga dunque rimedio – conclude Giannetta – e si provveda a dare attuazione al più presto alle delibere di pagamento».