HomeSocietàSaldi invernali, Confcommercio Reggio Calabria chiede il posticipo a fine gennaio

Saldi invernali, Confcommercio Reggio Calabria chiede il posticipo a fine gennaio

Pubblicato il

Il direttivo Federmoda Confcommercio Reggio Calabria formato da Enza D’Amico, Paoluccio Destefano, Diego Libri, Fabio Martino, Giancarlo Melasi, assistito dal direttore Fabio Giubilo e da Francesca Meduri responsabile della segreteria organizzativa, ha formalizzato alla Federazione nazionale ed al livello regionale la proposta di far iniziare i saldi invernali a fine mese gennaio in luogo dell’ipotizzato 5 gennaio.

Assai critica la posizione degli operatori Confcommercio guidati dal presidente Lorenzo Labate rispetto all’attuale regolamentazione dei saldi. Si parte da un assunto: in un territorio come il nostro, dove alla data odierna si registrano ancora temperature di 25/26°, non è economicamente sostenibile una partenza dei saldi i primi giorni di gennaio. Stessa cosa con riferimento ai saldi estivi, laddove l’avvio delle promozioni si colloca ai primi di luglio, esattamente ad inizio stagione.

 “L’attuale condizione – spiega il presidente Labate – che vede gli operatori vendere merce in saldo all’inizio della stagione è, sotto il profilo commerciale ed aziendale, un suicidio. Sembra banale ricordarlo ma noi commercianti non produciamo la merce, la acquistiamo. E, vendendo tutti gli articoli in saldo, i margini per noi sono ristrettissimi, l’incassato è sufficiente a saldare i nostri fornitori e poco più e così, di anno in anno, le nostre aziende si spengono. Nel medio periodo viene meno il valore del nostro lavoro che invece merita tutela e rispetto. Lo stesso rispetto che noi operatori – mi riferisco ai negozianti di prossimità, non alle catene o agli online – vogliamo continuare ad assicurare al nostro cliente”.

Già è da diversi anni che viviamo questa condizione con una regolamentazione che, prevedendo una data unica nazionale, è giusta nel principio, volendo evitare disomogeneità tra territori contigui, ma non è corretta nella sostanza, collocando questa data in un momento insostenibile per la nostra realtà.

“L’avvio anticipato dei saldi – prosegue Labate – è una circostanza che sicuramente va bene in alcuni territori, in ragione per esempio delle importanti presenze turistiche ma che, avendo un impatto invece fortemente negativo in altri contesti per le opposte ragioni, necessita di una visione d’assieme che guardi all’intero sistema Italia.

In definitiva, una decisione di questo tipo, la data unica di avvio dei saldi, deve necessariamente mediare tra diverse esigenze territoriali, altrimenti si arriva al paradosso per cui in alcune realtà, sempre per una questione di flussi turistici, addirittura andrebbe bene una ulteriore anticipazione della data dei saldi. Ma così facendo, la “vittoria” di uno sacrifica tutti gli altri”.

L’origine della data unica nazionale e della collocazione della stessa è da ricercarsi nella decisione della Conferenza delle Regioni, della deliberazione della Commissione Sviluppo Economico alla quale si sono attenute tutte le Regioni, compresa la Calabria. Ed è per questo che proprio su questo livello, nazionale in primis, si rende indispensabile un cambio di rotta. In questa direzione il direttivo Federmoda Reggio Calabria si è mosso, mettendo nero su bianco la proposta che individua in sabato 27 gennaio (al posto dell’ipotizzato 5 gennaio, comunque non ufficiale) l’inizio dei saldi invernali e una richiesta più ampia di revisione dell’attuale schema dei saldi anche con riferimento alla regolamentazione delle vendite promozionali nel periodo precedente l’avvio.

Fine modulo

Ultimi Articoli

Incendio Poly2Oil, il Pd Palmi critico nei confronti di Furgiuele

«Strumentale e sterile la nota stampa con cui si tenta di mettere in cattiva luce la gestione dell'emergenza da parte del sindaco»

Comitato di gestione Autorità portuale, Polimeni subentra a Guerrieri

La formalizzazione del nuovo desinato in rappresentanza del comune gioiese, in occasione della prossima riunione si terrà il prossimo 31 luglio

Il PCI di Polistena punta sulla giovane Scali

Mariacatena Scali è la nuova segretaria della sezione “Gramsci” del Partito Comunista Italiano di...

Incendio Poly2Oil, Ranuccio: «L’interrogazione di Furgiuele è frutto di strumentalizzazione politica»

Il sindaco di Palmi difende le scelte fatte nella fase dell'emergenza post incendio, coerenti con il Piano di protezione civile della città

L’Anpi “Talotta Gullace” ripropone la “Pastasciutta antifascista”

Rievocando la simpatica storia della pastasciutta preparata dalla famiglia Cervi, nel luglio del 1943,...

Reggio, Falcomatà: «Una settimana straordinaria grazie a Sky Sport»

Migliaia le presenze sul Lungomare, soprattutto di giovani. La soddisfazione del vertice della Città Metropolitana: «Calciomercato l’originale ha messo in vetrina le tante eccellenza della nostra terra»

Taurianova, concorso nazionale Gemelli Careri: giovedì la premiazione delle scuole

A 300 anni dalla morte dell’illustre viaggiatore, Taurianova lo ricorderà anche con altre iniziative in programma nell’anno di Capitale del Libro