HomeCronacaRosarno: Sequestrati beni per 18 milioni di euro alla cosca Pesce

Rosarno: Sequestrati beni per 18 milioni di euro alla cosca Pesce

Pubblicato il

ROSARNO – I finanzieri del Gico del nucleo di Polizia tributaria e gli uomini del comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria hanno sequestrato questa mattina a Rosarno otto imprese e beni mobili e immobili per un valore stimato in 18 milioni di euro.

I beni secondo la Dda di Reggio Calabria sarebbero riconducibili alla cosca Pesce. Le imprese sequestrate operavano nel settore dei trasporti, in quello agrumicolo e nel commercio.

Le indicazioni fornite dalla collaboratrice di giustizia Giuseppina Pesce hanno dato un importante contributo alle indagini patrimoniali contra la cosca di ‘ndrangheta rosarnese.

Ultimi Articoli

Volley, l’OmiFer attende la Capitale nella bolgia del PalaSurace

Domani la squadra di mister Radici sfiderà in casa la SMI Roma

Al Teatro Gentile di Cittanova in scena Tosca d’Aquino e Giampiero Ingrassia

Il 9 febbraio appuntamento con "Amori e sapori nelle cucine del Gattopardo"

Reggio, domani la presentazione di “Guida all’Aspromonte misterioso”

Edito da Rubettino, è stato scritto da Giuseppe Battaglia e Alfonso Picone Chiodo

Commerciante derubata nel parcheggio di un centro commerciale di Taurianova: arrestato uno dei 2 responsabili

Alla vittima erano stati sottratti 500 euro in contanti, documenti ed effetti personali

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

A capo del gruppo criminale ci sarebbero Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, appartenenti a storiche famiglie di 'ndrangheta di Cosoleto