HomeSocietàPrimo Raduno Vespistico Nazionale, il Vespa Club Rizziconi colleziona un altro successo

Primo Raduno Vespistico Nazionale, il Vespa Club Rizziconi colleziona un altro successo

Pubblicato il

Suggestiva manifestazione vespistica, di carattere nazionale, quella organizzata dal Vespa Club di Rizziconi con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale e dei comuni di Rizziconi, Palmi e Taurianova. La kermesse si è svolta il 18 e 19 giugno scorsi presso il Centro commerciale Porto degli Ulivi, con la partecipazione di oltre trecento esemplari di Vespe di diversi modelli, dai più recenti a quelli d’epoca ben più affascinanti, provenienti da diverse località calabresi e siciliane, con tre esemplari arrivati persino da Artena (Roma).

Un connubio collaudato e che ha dimostrato di funzionare, anche già in precedenti occasioni, quello ormai consolidato tra il Vespa Club di Rizziconi e il Porto degli Ulivi, suo principale sponsor tra i diversi altri, ai quali il Presidente, Andrea Papasidero, ha rivolto ripetutamente i suoi ringraziamenti durante la manifestazione. Una location azzeccata che, grazie ai servizi resi disponibili e ai suoi ampi spazi riempiti di vespe, ha offerto un suggestivo colpo d’occhio.

Dopo due anni, durante i quali molte attività sociali sono state impedite dalle restrizioni conseguenti la pandemia, uno sciame nutrito di vespe, scortato dalla Polizia Locale di Palmi e dal Commissariato di P.S. di Gioia Tauro che ne hanno garantito lo svolgimento in sicurezza, è tornato a ronzare per le strade pianigiane, dal Porto degli Ulivi fin sul Monte Sant’Elia, dove la carovana di vespisti ha ricevuto la Santa Benedizione impartita da Don Massimo Surace, diacono della Parrocchia Santa Famiglia di Palmi, cui fa capo la caratteristica chiesetta situata sulla cima che domina l’intera Piana. Il giro turistico su due ruote è poi ripartito alla volta della villa comunale di Palmi dove, grazie all’Amministrazione a guida Ranuccio, è stato possibile ammirare un meraviglioso scorcio della Costa Viola, accompagnato da un delizioso aperitivo gustato presso il bar Mazzini, di Nicola Impiombato. Si sa che dalle nostre parti le attrattive naturali, offerte ai visitatori provenienti da diverse località, non mancano di essere completate da prelibati piatti locali, che i partecipanti al giro hanno potuto degustare una volta raggiunta la Trattoria “Cucciarda” dei fratelli Galluccio a Taurianova.

La manifestazione, conclusa presso il Centro commerciale Porto degli Ulivi, con la consegna dei trofei e dei riconoscimenti ai Club e ai conducenti, classificatisi in posizione utile nelle graduatorie del Campionato Turistico del Vespa Club Italia, ha visto diverse attrattive: dalla scuola di guida minienduro di Franco Petrilli alla strabiliante esibizione di Nicola Campobasso, alias l’Impennatore, stuntman freestyler toscano dalle incredibili capacità, che si è misurato in numeri mirabolanti in sella alle sue vespe, tutte rigorosamente adattate in stile acrobatico.

L’evento, fortemente voluto dal Presidente Papasidero e dai membri del Direttivo, sostenuti da tutti i soci del Vespa Club rizziconese, ha offerto uno spettacolo che in poche occasioni è possibile ammirare, che ha catturato l’attenzione degli appassionati e acceso la curiosità di moltissimi visitatori.

Suggestiva manifestazione vespistica, di carattere nazionale, quella organizzata dal Vespa Club di Rizziconi con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale e dei comuni di Rizziconi, Palmi e Taurianova. La kermesse si è svolta il 18 e 19 giugno scorsi presso il Centro commerciale Porto degli Ulivi, con la partecipazione di oltre trecento esemplari di Vespe di diversi modelli, dai più recenti a quelli d’epoca ben più affascinanti, provenienti da diverse località calabresi e siciliane, con tre esemplari arrivati persino da Artena (Roma).

Un connubio collaudato e che ha dimostrato di funzionare, anche già in precedenti occasioni, quello ormai consolidato tra il Vespa Club di Rizziconi e il Porto degli Ulivi, suo principale sponsor tra i diversi altri, ai quali il Presidente, Andrea Papasidero, ha rivolto ripetutamente i suoi ringraziamenti durante la manifestazione. Una location azzeccata che, grazie ai servizi resi disponibili e ai suoi ampi spazi riempiti di vespe, ha offerto un suggestivo colpo d’occhio.

Dopo due anni, durante i quali molte attività sociali sono state impedite dalle restrizioni conseguenti la pandemia, uno sciame nutrito di vespe, scortato dalla Polizia Locale di Palmi e dal Commissariato di P.S. di Gioia Tauro che ne hanno garantito lo svolgimento in sicurezza, è tornato a ronzare per le strade pianigiane, dal Porto degli Ulivi fin sul Monte Sant’Elia, dove la carovana di vespisti ha ricevuto la Santa Benedizione impartita da Don Massimo Surace, diacono della Parrocchia Santa Famiglia di Palmi, cui fa capo la caratteristica chiesetta situata sulla cima che domina l’intera Piana. Il giro turistico su due ruote è poi ripartito alla volta della villa comunale di Palmi dove, grazie all’Amministrazione a guida Ranuccio, è stato possibile ammirare un meraviglioso scorcio della Costa Viola, accompagnato da un delizioso aperitivo gustato presso il bar Mazzini, di Nicola Impiombato. Si sa che dalle nostre parti le attrattive naturali, offerte ai visitatori provenienti da diverse località, non mancano di essere completate da prelibati piatti locali, che i partecipanti al giro hanno potuto degustare una volta raggiunta la Trattoria “Cucciarda” dei fratelli Galluccio a Taurianova.

La manifestazione, conclusa presso il Centro commerciale Porto degli Ulivi, con la consegna dei trofei e dei riconoscimenti ai Club e ai conducenti, classificatisi in posizione utile nelle graduatorie del Campionato Turistico del Vespa Club Italia, ha visto diverse attrattive: dalla scuola di guida minienduro di Franco Petrilli alla strabiliante esibizione di Nicola Campobasso, alias l’Impennatore, stuntman freestyler toscano dalle incredibili capacità, che si è misurato in numeri mirabolanti in sella alle sue vespe, tutte rigorosamente adattate in stile acrobatico.

L’evento, fortemente voluto dal Presidente Papasidero e dai membri del Direttivo, sostenuti da tutti i soci del Vespa Club rizziconese, ha offerto uno spettacolo che in poche occasioni è possibile ammirare, che ha catturato l’attenzione degli appassionati e acceso la curiosità di moltissimi visitatori.

Ultimi Articoli

Ospedale di Polistena, Profiti rassicura ma non si sbilancia

L’incontro istituzionale presso la sala consiliare del comune di Polistena per la presa d’atto...

Palmi, incontro tra sindaci: Ranuccio riceve il primo cittadino di Montlieu-la-Garde

Nicolas Morassutti, dopo essere stato in città nel 2018 per un'iniziativa di beneficenza, è tornato in vacanza

Alimenti senza certificazione in lidi e ristoranti: sanzioni per 25mila euro a Reggio

Sequestrati dai carabinieri oltre 400 kg di prodotti alimentari privi di tracciabilità e riscontrate in numerose attività gravi carenze igienico-sanitarie

Cittanova, gli studenti del liceo Guerrisi protagonisti della passeggiata lungo “Le vie dei poeti”

L'evento si svolgerà il 16 e 17 agosto a partire dalle 22

La diocesi Oppido-Palmi celebra i 50 anni di sacerdozio del vescovo Milito

L'ordinazione presbiterale era avvenuta il 12 agosto 1972

L’A.N.P.I di Cinquefrondi si presenta con un libro

Per la prima uscita pubblica la sezione A.N.P.I. di Cinquefrondi ha scelto di presentare...

A Palmi un concerto in ricordo del maestro Carmelo Cannizzaro

Domani 12 agosto, in piazza I Maggio, lo spettacolo musicale del gruppo "Due Lyre e mezzo di Taranta"