Pisu: Avviata la procedura per il conferimento degli incarichi

0
883
Rosarno (RC)
Rosarno (RC)

ROSARNO – È stata attivata, nel comune medmeo, la procedura per il “conferimento incarico per rilievi, accertamenti ed indagini geologiche” attinenti ai Pisu (Progetti Integrati di Sviluppo Urbano). È necessario individuare i professionisti a cui affidare l’incarico per rilievi, accertamenti ed indagini geologiche, propedeutiche a tutte le fasi progettuali per la compilazione dei progetti preliminari delle opere da portare a termine.

I tre comuni della Città del Porto (Rosarno, San Ferdinando e Gioia Tauro), grazie al Pisu dovrebbero implementare le funzioni urbane superiori, aumentare la competitività e migliorare la fornitura di servizi di qualità, le condizioni ambientali ed eliminare i disagi derivanti dal degrado e dalle situazioni di marginalità urbana che contraddistinguono, ad oggi, il circondario della Piana.

Con i Pisu si pensa di realizzare un efficiente sistema di servizi interno al Porto di Gioia Tauro, che possa creare le condizioni affinché lo scalo si trasformi da luogo chiuso ad elemento che migliori la competitività del territorio circostante in termini di qualità della vita e dotazione di servizi sia per la popolazione residente che per gli operatori dell’infrastruttura.

Va ricordato che «con nota prot. n. 86719-SIAR del 10 agosto 2011, la Regione Calabria comunicava che a seguito del parere favorevole del “Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici”, i progetti presentati dai tre comuni erano da intendersi approvati. Al fine di una reale gestione unitaria degli interventi e per non incorrere nel rischio di disimpegno automatico prescritto dalle vigenti norme in materia di finanziamenti comunitari – procedimento troppe volte innescato, a causa dell’incapacità progettuale ed esecutiva che ha contraddistinto, negli anni, il meridione d’Italia –  era necessario individuare il comune capo fila. Le giunte comunali di San Ferdinando e Gioia Tauro, hanno quindi demandato, a Rosarno, quale ente capo fila, il compito di curare i rapporti con la Regione Calabria e tutti gli atti di natura amministrativa e gestionale, relativi alla “Città Porto”».

Con un provvedimento che diverrà esecutivo al momento della sua sottoscrizione (in quanto non riporta riferimenti di natura contabile) il responsabile della 3 U.O.C. del comune di Rosarno (Arch. Luciano A. Macrì), ha deliberato di «procedere all’affidamento dei servizi di rilievi, accertamenti ed indagini geologiche tramite procedura negoziata e nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, approvando l’elenco dei soggetti da invitare, scelti nell’elenco dei professionisti in quanto in possesso dei requisiti necessari per l’espletamento dell’incarico, in numero di 14. Di approvare lo schema di lettera di invito nella quale sono indicate le modalità di partecipazione ed i criteri di scelta. Di dare atto che lo svolgimento dell’attività dovrà essere svolta secondo le modalità specificate in apposito disciplinare d’incarico, il cui schema viene approvato con la presente determinazione, che verrà sottoscritto, quale contratto, tra le parti, previa verifica di quanto dichiarato in sede di offerta. Di dare atto che con detta procedura verrà individuato il professionista o il raggruppamento a cui affidare l’incarico che sarà conferito con successiva determina del responsabile della 3° U.O.C., previa copertura finanziaria».

Francesco Comandè