HomeAmbientePalmi, sulla questione rifiuti i sindaco chiarisce: «Ribandiremo l'appalto ma il problema...

Palmi, sulla questione rifiuti i sindaco chiarisce: «Ribandiremo l’appalto ma il problema sono le tariffe basse»

Pubblicato il

La prima gatta da pelare, per il sindaco e l’assessore all’ambiente Alessandro Riotto, è quella dei rifiuti.

Proprio ieri mattina, quando ancora la Giunta non era stata ufficializzata, il raggruppamento di ditte che si era aggiudicato l’appalto sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Palmi, si è rifiutato di sottoscrivere il contratto, lasciando la città nuovamente in mano ad un affidamento temporaneo.

La gara era stata espletata dalla Città Metropolitana con ritardi dovuti ad alcuni deficit nel bando, ma dopo diverso tempo si era giunti ad un’aggiudicazione.

Dopo il rifiuto di sottoscrivere il contratto, ieri, il sindaco si è visto costretto a prorogare l’affidamento all’impresa Muraca di Lamezia Terme, che da febbraio è subentrata in via temporanea e urgente a Locride Ambiente.

In conferenza stampa, il sindaco ieri sera ha spiegato quali saranno i prossimi passaggi: «Ribandiremo la gara alle stesse condizioni, perché altrimenti, al momento, non possiamo fare. Ci auguriamo che questa volta vada a buon fine ma se così non dovesse essere, l’unica via da intraprendere è quella di una rimodulazione di costi e tariffe».

E, in effetti, come lo stesso Ranuccio ha spiegato, l’inghippo sta tutto qui, nei costi del servizio che, «a fronte di quanto si dice tra la piazza e la villa, ha un costo basso che non attira molte imprese».

Ultimi Articoli

Palmi, la Metrocity investe sul Monte Sant’Elia: finanziato progetto di quasi 100mila euro

Versace e Ranuccio: «Riqualificazione ambientale e valorizzazione in chiave turistica»

Cittanova, un ricco cartellone di eventi per le festività natalizie

Numerosi gli eventi programmati dal comitato spontaneo "Cittanova in festa"

Rigassificatore a Gioia Tauro, Occhiuto: «Meloni prenda in mano questo dossier»

Le dichiarazioni del governatore Occhiuto in un'intervista a "La Stampa"

San Ferdinando, l’associazione Disìo dona 50 nuovi alberi al Comune per rendere ancora più verde la città

Nei giorni scorsi sono stati piantumati i 50 alberi donati dall’associazione culturale Disìo

Rigassificatore a Gioia Tauro, CMDT: «Non un’opera strategica ma solo un’idea sciagurata»

Il Coordinamento dei Movimenti per la Difesa del Territorio insorge contro il progetto del rigassificatore a Gioia Tauro

Gioia Tauro, entra nel vivo il progetto di raccolta differenziata porta a porta

Prosegue il progetto “Differenziamo con Gioia” promosso dall’Amministrazione comunale di Gioia Tauro guidata dal...