Palmi, stretta su movida e cerimonie: la nuova ordinanza del sindaco

Previste sanzioni fino a 400 euro e la chiusura del locale per i trasgressori

0
633

Firmata nel pomeriggio la nuova ordinanza del sindaco Giuseppe Ranuccio con alcune misure anti contagio da Coronavirus.

Il documento recepisce quanto previsto dall’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e prevede che i servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) devono cessare a Mezzanotte con consumo al tavolo e alle ore 21.00 in assenza di consumo al tavolo e possono essere riaperti al pubblico non prima delle ore 05:00 del giorno seguente.

La ristorazione da asporto, in assenza di consumo al tavolo, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze del locale oltre le ore 21:00, può svolgersi fino alla Mezzanotte, orario in cui l’attività deve essere chiusa al pubblico.

Durante la chiusura al pubblico resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.

Sospesa ogni attività di intrattenimento e spettacolo che abbia luogo in sale da ballo, discoteche, comprese le sale ricevimenti, i ristoranti, i pub/bar e simili, sia all’aperto che al chiuso.

Inoltre, le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti. Nell’ambito delle stesse, al fine di favorire la tracciabilità, i gestori delle attività sono tenuti a comunicare preventivamente (almeno 48 ore prima) al Comando di Polizia Locale gli elenchi nominativi dei partecipanti alle cerimonie.

Qualora ciò non avvenisse sono previste una sanzione fino a 400 euro e la chiusura del locale.