Palmi omaggia Leonida Repaci

Lo scrittore palmese al centro di una due giorni che si svolgerà il 19 e il 20 luglio

L’Associazione Amici della Casa della Cultura Leonida Repaci, l’Associazione Culturale Great Talent e il Club Unesco, con il Patrocinio del Comune di Palmi – Assessorato alla Cultura, e con il partenariato dei Clubs Service di Palmi: Rotary, Lions, Fidapa, Soroptimist, Inner Wheel e Kiwanis, hanno organizzato per il 19 e 20 luglio “Omaggio a Leonida Repaci”, una manifestazione ideata e voluta dai promotori perché: “si intende dare seguito all’attività di recupero della memoria e di promozione dei valori culturali, tramandati dal nostro illustre concittadino Leonida Repaci”.

Repaci è stato scrittore di chiara fama nazionale, fondatore del Premio Viareggio; giornalista de Il Tempo, L’Epoca, L’Umanità e La Gazzetta del Popolo.

il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana Ape maia

Per come da egli stesso raccontato nel suo “Autoritratto”, ha avuto sempre un rapporto di amore e odio con la sua Città natale, tanto da denominare Palmi dapprima come “làgrimi” (le lacrime), e poi come “sarmùra” (la salamoia acre ed amara).

Eppure Leonida Repaci ha sempre amato la sua Città, e soprattutto la sua dimora incantata alla “Pietrosa”, che fu alloggio e meta di numerosi ospiti illustri, letterati ed artisti dell’Italia del Novecento.

Il Programma della manifestazione, la cui conduzione è stata affidata a Rosanna Cannizzaro, prevede la declamazione di due brani estratti da “Autoritratto”, a cura dell’Attore e doppiatore Domenico Maugeri, accompagnato al pianoforte dal Maestro Saverio Caminiti; ci sarà un intervento programmato di Rocco Militano – Presidente dell’Associazione Amici Casa della Cultura Leonida Repaci di Palmi, che è anche pro-nipote di Leonida Repaci, e a seguire avrà luogo la rappresentazione teatrale dell’Atto unico dal titolo: ”La barba alla morte” (Moralità), opera teatrale del 1926, facente parte della raccolta “Omaggio al Teatro” di Leonida Repaci; che è stata rappresentata per la prima volta al Teatro “Filodrammatici” di Milano dalla Compagnia di Ettore Petrolini, nel mese di Ottobre 1926.

Toccherà questa volta (e sarà la prima volta che viene rappresentata a Palmi un’opera teatrale completa di Leonida Repaci) agli attori della Compagnia teatrale dell’Associazione Great Talent, che con la regia curata da Mauro Del Sordo e Gianni Parrello, interpreteranno i personaggi autentici e credibili raccontati da Leonida Repaci:

La Padrona del Caffè – Lucia Gentile; il soldato – Saverio Riotto; l’uomo che scrive le sue memorie – Gianni Parrello; l’uomo dallo zucchero – Vincenzo Versi; la donna – Maria Melissari; la cameriera – Claudia Anastasio; Scannadìo – Mimmo Latino; lei – Lilli Sgro; lui – Cristoforo Bovi; la mondana – Luisa Anastasio; il venditore di cartelle – Salvatore Répaci; il marito – Maurizio Colosi.

La manifestazione avrà luogo il 19 e 20 luglio p.v. alle ore 21.00 presso l’Auditorium della Casa della Cultura a Palmi.