Idà: Aprire a Rosarno un distaccamento dei vigili del fuoco

Il sindaco chiede che venga aperta a Rosarno una delle le 14 nuove sedi previste dal decreto del Ministero dell'Interno

Inserire Rosarno tra le 14 nuove sedi previste dal decreto del Ministero dell’Interno.

E’ questa la richiesta ribadita anche nel pomeriggio di oggi dal sindaco Idà.

il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana Ape maia

L’otto marzo scorso il ministero guidato da Matteo Salvini ha emenato un decreto per istituire 14 nuove sedi di vigili del fuoco per un totale di 495 unità.

Il testo

Nello specifico si legge nel decreto che “14 sedi saranno individuate in una fase successiva in base ad una analisi tecnico-operativa, in fase di svolgimento, fondata su indicatori oggettivi e misurabili quali la popolazione servita ed i tempi attesi di intervento nonché in modo coerente con valutazioni che hanno portato alla assunzione di motivati impegni”

L’anno scorso il sindaco Giuseppe Idà ha già richiesto ufficialmente al Ministro dell’Interno, l’istituzione a Rosarno di un distaccamento proponendo l’apertura in un bene confiscato alla mafia.

Il consiglio comunale

La questione è stata inoltre portata all’attenzione del Civico Consesso, il quale su iniziativa dell’Assessore Pasquale Papaianni ha successivamente approvato un atto di indirizzo con il quale veniva richiesto all’unanimità al Ministero dell’Interno l’apertura del distaccamento.

La sede è già stata inserita in un decreto dal 2015 ma in modalità SDR sioè senza personale.

Dopo l’ultimo decreto, Papaianni ha chiesto di sottoporre nuovamente al questione al consiglio comunale e nella prossima assemblea sarà messo ai voti un documento da inviare al ministro dell’Interno.

Giuseppe Idà
Giuseppe Idà

Le parole di Idà

“La costituzione di un nuovo presidio di sicurezza e legalità sul nostro territorio è una battaglia che stiamo portando avanti da tempo – ha dichiarato Giuseppe Idà -. Cogliamo con piacere l’interesse mostrato dal Governo Nazionale nei confronti del nostro territorio.

La seduta del Consiglio del Ministri che si terrà in Calabria, come annunciato dal Premier Conte ne è la riprova.

Per far rinascere il nostro comprensorio è necessario un sussulto della politica locale e nazionale con interventi concreti e mirati nell’interesse della collettività.

L’istituzione di un distaccamento dei Vigili del Fuoco a Rosarno, tra l’altro già previsto da tempo ma mai attuato, equivarrebbe ad una risposta concreta alle istanze del territorio”.