Gioia Tauro, Antonino Foti è rientrato in Italia dopo l’intervento

Il 16enne gioiese, operato in Spagna grazie ad una raccolta fondi online, sembra reagire bene all'intervento chirurgico

0
150

Gli avevano dato soli sei mesi di vita, a causa di una malattia rara e della gravità della situazione in cui versava, e invece da qualche giorno Antonino Foti ha fatto rientro nella sua città, Gioia Tauro.

Al 16enne avevano diagnosticato una lesione espansiva parieto tempo talamico destro, con estensione bilaterale, un tumore che per essere asportato necessita di un intervento di alta chirurgia costosissimo, intervento che è stato eseguito un mese fa circa in una clinica in Spagna dal professore Charlie Theo, grazie ad una raccolta fondi online.

Un intervento lungo, durato 11 ore, che fortunatamente è andato bene.

«Da pochi giorni siamo rientrati in Italia – scrivono su Facebook i familiari di Antonino – dove mio figlio su interessamento del professor Charlie Theo dovrà seguire radioterapia e chemioterapia presso una struttura da lui raccomandataci per essere seguito nel migliore dei modi».

Antonino ha reagito bene all’intervento, si sta lentamente riprendendo.

«Operarlo non significa aver risolto in modo definitivo il problema, il percorso è ancora lungo – proseguono i familiari – Ogni singolo euro inviato a noi con generosità, per sottoporre Antonino all’ intervento, è riservato solo ed esclusivamente a lui, ma dietro l’intervento ci sono anche altre spese mediche come farmaci RM, Tac, fisioterapia che devono essere fatti nel più breve tempo possibile, altrimenti bisognerà aspettare mesi, e noi in questo frangente non possiamo permettercelo».

«Ringrazio le tante persone perbene che ci chiamano giornalmente, chiedendo notizie di Antonino, per sincerarsi sul suo stato di salute: appena ci saranno altre evoluzioni vi terremo aggiornati».