Gioia, Stanganelli: “Da Cittadinanza Democratica un inaccettabile atteggiamento di rozza supponenza”

Riceviamo e pubblichiamo:

Comunicato Stampa Dott.ssa Anna Maria Stanganelli
Consigliere Comunale Città di Gioia Tauro (PDL )

Inquieto Inquieto Ape maia Inquieto

Anna Maria Stanganelli

Apprendo dalle numerosissime testate giornalistiche , addirittura 150(Dicunt),di un comunicato stampa da parte di Cittadinanza Democratica che mi vede protagonista.
Mi onora questo interesse, dal momento che, come affermato dal Sindaco, il mio comunicato non meritava risposta (Mi duole pensare che manchi tra le parti l’armonia della scelta)!
Francamente, ancorchè marginale, tutto ciò appare culturalmente disdicevole, così come è inaccettabile l’atteggiamento di rozza supponenza di chi partendo da posizioni di pseudoperbenismo, pensa di sostenere la propria politica con parole e gesti di offesa VELATA, ma palesemente diretta, verso gli altri.
Non mi presto, ovviamente, alle provocazioni di questa inutile ed inconcludente rappresentazione della politica.
Ben vengano gli impianti sportivi realizzati sui terreni confiscati alla mafia, ammesso che il progetto venga approvato!
Ben venga l’abbattimento dei tributi comunali per i commercianti che denunciano il pizzo e che meritano la nostra stima e il nostro sostegno!
Ben vengano tutte le battaglie, purchè siano finalizzate al bene comune e non a fini personali.
A proposito mi piacerebbe sapere cosa ne pensa l’Avv. Giovanni Laurendi dell’associazione “Regalami un sorriso”, a sostegno dei bambini diversamente abili, che è stata sfrattata per l’allestimento di un Liceo Scientifico paritario, che, tra l’altro, per l’anno scolastico 2011/12 non ha ricevuto alcuna iscrizione, forse per la retta troppo alta.
Cosa dice la giurisprudenza nel caso in cui un contratto venga revocato senza un’esplicita motivazione?
Questo mi piacerebbe sapere.
Mi inviti Avvocato Laurendi ad un pubblico confronto sulle problematiche reali che attanagliano la nostra città. Non mi esimerò!
Vale la pena precisare che nasco come esponente del PDL E TALE RIMARRO’, NON CONSENTENDO MAI UN AVVICINAMENTO DI CITTADINANZA DEMOCRATICA E DEI SUOI ADEPTI, CHE SVENTOLANO BANDIERE DI VARI COLORI, SPESSO SBIADITI, ALL’INTERNO DEL CONSIGLIO COMUNALE, POICHE’ LO RITERREI STRUMENTALE E CAPACE DI CONTAMINARE LA LINEARITA’ E LA CORRETTEZZA DEL MIO PARTITO.
Nell’attesa di un suo invito per un civile e reale confronto LE PRECISO che per me la legalità è l’aria che respiro. Lei, quale aria respira?