Gioia: in scena domenica “Il segno clinico di Alda”

0
267

GIOIA TAURO – Si terrà domenica sera (non sabato come previsto per rispettare il lutto cittadino nella giornata dei funerali di Fabrizio Pioli), alle ore 20:30, presso l’auditorium dell’Istituto Francesco Severi, lo spettacolo teatrale “Il segno clinico di Alda” voluto dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria, dall’Assessorato della Regione Calabria, dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Catanzaro e i comuni di Catanzaro, di Cosenza, di Gioia Tauro e di Reggio Calabria.

La città del porto, che ha dato i natali a uno dei poeti protagonisti Michele Caccamo, è la terza tappa nazionale di questo spettacolo itinerante, che ha debuttato in anteprima nazionale al Teatro Cilea di Reggio Calabria, e proseguirà poi per diverse tappe calabresi e nazionali

Il segno clinico di Alda è una delle componenti dell’ ampio progetto “Parola d’autore” che si fonda sulla coesione di Poesia e Musica e nasce dall’amicizia e dalla condivisione di intenti di due protagonisti del mondo della Poesia e del mondo della Canzone d’Autore, Michele Caccamo ed Edoardo De Angelis.

«In occasione della giornata mondiale della poesia e dell’anniversario di nascita della poetessa Alda Merini – ha detto Titty Siciliano portavoce di Parole D’autore – il Teatro Comunale Francesco Cilea ha aperto la sua stagione con un progetto artistico e socio culturale, autofinanziato, caratterizzato da una forte finalità benefica, poiché una parte degli incassi della serata saranno devoluti alla rinascita del Teatro Reggino e per il rilancio delle attività teatrali e delle associazioni culturali giovanili».

Protagonista indiscutibile dello spettacolo sarà Alda Merini, impersonata da Luisella Pescatori, che attraverso undici suoi scritti inediti, racconterà a Michele Caccamo la sua follia, il suo amore, il suo Dio, i suoi anni di manicomio, nonché l’amore per le sue figlie.

A completare la cornice di arte e poesia le musiche di Edoardo De Angelis che scandiranno il ritmo pulsante della rappresentazione.

Angela Angilletta