Gioia, affonda nave di pilotaggio speronata

Attimi di paura per il rischio di inquinamento ambientale, fortunatamente scampato

Mattinata di paura ieri al Porto di Gioia Tauro, dove intorno alle 12 una nave porta container, durante la manovra di accosto, ha urtato una motobarca di proprietà del Gruppo ormeggiatori e barcaioli del Porto di Reggio e Gioia, ormeggiata nei pressi del punto di attracco.

La motobarca si trovava ormeggiata senza equipaggio a bordo, pronta ad intervenire per un eventuale utilizzo in caso di necessità; durante la manovra di accosto eseguita con l’aiuto di due rimorchiatori e di due piloti, il grande cargo mercantile è andato a scontrarsi con la piccola motobarca che, a seguito del contatto, è stata spinta tra la banchina ed il mercantile, subendo notevoli danni che ne hanno decretato l’inabissamento.

Immediato è stato l’intervento del personale della Capitaneria di porto e di una dipendente motovedetta per il coordinamento dell’emergenza. Giunti sul posto, hanno messo in funzione il dispositivo antinquinamento portuale, il quale ha provvisto a delimitare con panne galleggianti la piccola porzione di specchio acqueo interessato dall’ormeggio della pilotina, per scongiurare qualsiasi potenziale inquinamento.