HomeSocietàCorigliano Rossano, arriva la reliquia San Francesco di Paola

Corigliano Rossano, arriva la reliquia San Francesco di Paola

Pubblicato il

Per la prima volta un frammento della reliquia del sandalo di San Francesco di Paola è stato portato a piedi a Corigliano Rossano da una delegazione di Frati Minimi che sono giunti passando da Paterno Calabro, Cosenza, Casali del Manco, Spezzano Sila, Celico, Lappano, San Pietro in Guarano, Rose, Luzzi e Acri.

Nell’occasione è stato inaugurato il terzo percorso del Cammino di San Francesco, la Via dei Monasteri.

«Il pellegrinaggio inaugurale – riporta una nota del Comune di Corigliano Rossano – è stato un momento straordinario e una benedizione per tutto il territorio coinvolto, per la Calabria e per tutti i devoti. La Via dei Monasteri più che un singolo viaggio è un andirivieni, un percorso complesso compiuto da Francesco per congiungere le chiese che lui stesso ha costruito in Calabria dopo quella di Paola, ovvero Paterno (1472), Spezzano (1474) e Corigliano (1476). La fondazione di questi monasteri è segno della grande maturità spirituale raggiunta da frate Francesco e del forte legame intrecciato con la sua gente e i suoi confratelli».

Il percorso inizia da Paterno e fa tappa a Cosenza. Da lì si procede verso la Pre-Sila cosentina all’interno dell’Area MaB (Man and the Biosphere) Unesco. Lungo il cammino si attraversano campi, vigneti e uliveti oltre a boschi di querce e castagni, fino ad arrivare agli abeti e ai pini delle quote più alte (1.135 metri). L’arrivo è tra distese di ulivi, con lo sfondo del Golfo di Corigliano-Rossano che incornicia il Mar Ionio.

«Il pellegrinaggio inaugurale, terminato ieri con l’arrivo al nostro Santuario di san Francesco a Corigliano-Rossano – afferma il sindaco Flavio Stasi – è un importante momento di condivisione di intenti. Un giorno di festa autentica, ma anche di riflessione visto che l’Ordine dei Minimi ha voluto imperniare la giornata principalmente sul tema della pace, e di questo sono ancor più grato. Padre Domenico ha guidato il cammino inaugurale della via dei Monasteri, che non a caso unisce la Calabria partendo dal Tirreno, attraversando la Sila, il Pollino ed arrivando nella nostra città. Un altro strumento importante per valorizzare la nostra storia, la tradizione ed il nostro splendido territorio».

Ultimi Articoli

Felici & Conflenti, dal 23 luglio la festa di comunità più grande della Calabria dedicata al patrimonio coreutico e musicale

Prime tre giornate tra natura, incontri e formazione. Ospiti di rilievo Mimmo Lucano, Vito Teti, Giuseppe Smorto e Massimiliano Capalbo

I Negramaro chiudono la tappa palmese dell’RDS Summer Festival 2024

Sul palco anche Irama. Piazza I Maggio piena per l'evento musicale

Incendio di Palmi, Arpacal installa un’altra centralina a Taurianova

Il sindaco Biasi ringrazia per la prontezza: «Siamo con i cittadini che chiedono trasparenza per trattare l’allarme senza generare inutili allarmismi»

Oppido, aumento della Tari. L’opposizione insorge in aula: «Inaccettabile la scelta dell’amministrazione»

Il consigliere Margherita Mazzeo critica anche la scelta di nomina di un assessore tecnico esterno

Dalla Calabria alla Francia per una grande “festa italiana”

Una grande “festa italiana” ha ospitato gli stand di vere e proprie eccellenze del settore enogastronomico italiano, con la Calabria tra i protagonisti

Al via a Cosenza “Invasioni festival”. Oggi l’inaugurazione con una mostra fotografica

Tra gli ospiti, Shari, Bigmama, Rosa Chemical e Carmen Consoli

Taurianova riscopre le tradizioni culinarie dell’antica Grecia

Un banchetto greco per rinverdire il legame identitario con la Magna Grecia innestato nell’ambito...