Cinquefrondi: si costituisce un indagato per tentato omicidio

0
461

CINQUEFRONDI – Gli uomini del Commissariato di polizia di Polistena ci hanno messo poco ad individuare l’agricoltore che lo scorso 11 gennaio ha esploso diversi colpi d’arma da fuoco contro un giovane di Cinquefrondi, S.F. classe ’96, ferendolo ad un fianco e al braccio sinistro. L’uomo, S.M. di 69 anni, agricoltore incensurato, anche lui di Cinquefrondi, dopo essersi costituito è dunque indagato per il reato di tentato omicidio, per la sparatoria in contrada Santa Chiara.

Proprio oggi gli agenti del Commissariato di Polistena, agli ordini del dirigente, commissario capo Pierfranco Amati, hanno dato esecuzione al fermo di indiziato disposto dalla Procura di Palmi nei confronti del 69enne.

Secondo quello che è emerso dalle indagini, condotte dalla squadra di polizia giudiziaria dello stesso Commissariato, nel giro di poche ore – a seguito del ferimento del giovane – avevano individuato il responsabile che, tuttavia, si era reso immediatamente irreperibile.

Le costanti ed intense battute di ricerca effettuate dalla polizia, hanno fatto sì che S.M. si consegnasse volontariamente, costituendosi al Commissariato di Polistena. Assistito dall’avvocato Domenico Bellocco, è stato immediatamente interrogato dal pm, sostituto procuratore Giulia Masci.

Adesso si scava per cercare di individuare il movente che ha portato l’agricoltore a ferire, con diversi colpi d’arma da fuoco, il giovane impegnato a pascolare le pecore in campagna, assieme al fratello. E dunque fare piena luce sull’intera vicenda.

Angela Corica