Cinquefrondi, grave un 57enne incornato da un toro

L'uomo si trovava in campagna, quando è stato attaccato dal bovino. Si trova ricoverato in ospedale a Polistena con prognosi riservata

0
178

Un uomo di 57 anni, N.R, è stato ferito gravemente da un toro che circolava liberamente nelle campagne di Cinquefrondi. Si tratterebbe di un animale che farebbe parte di un branco di cosiddette “vacche sacre”, i bovini riconducibili ad esponenti della ‘ndrangheta che vagano liberamente provocando danni alle colture agricole e rappresentando un pericolo per la circolazione stradale.

N.R., nel momento in cui è stato incornato dal toro, stava lasciando la sua campagna ed a piedi stava raggiungendo la propria automobile, lasciata nelle vicinanze. Il toro, di grosse dimensioni, lo ha colpito ad una gamba provocandogli una vistosa ferita. Sul posto sono intervenuti un’ambulanza ed i carabinieri di Cinquefrondi.

Il 57enne è stato portato nell’ospedale di Polistena, dove é stato ricoverato con prognosi riservata. Un’altra persona, giunta sul posto a bordo di un’auto, è stata anche lei attaccata dal toro, che si é poi allontanato. Circostanza che ha fatto scattare l’allarme tra i cittadini che vivono in zona.

Si ipotizza che a causa delle battute iniziate circa due anni fa dalla task force istituita dalla Prefettura di Reggio Calabria per catturare le “vacche sacre” che circolavano liberamente nella zona tra Cittanova e Molochio, un gruppo di animali possa aver cambiato zona di pascolo spostandosi verso il territorio di Cinquefrondi.