Caso Coronavirus a Villa Elisa, Conia: «Necessario e urgente il test su personale e pazienti»

La richiesta del sindaco dopo il caso scoperto ieri

0
855
Michele Conia
Michele Conia

Eseguire con urgenza tamponi ai medici, agli infermieri, ai dipendenti ed ai pazienti di “Villa Elisa”.

È quanto chiede il sindaco di Cinquefrondi Michele Conia, dopo la notizia di un paziente con Coronavirus, ricoverato fino a ieri nella casa di cura “Villa Elisa”, e trasferito al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria dopo l’esito del tampone.

«Chiedo con urgenza l’effettuazione dei tamponi, come da protocolli ministeriali e regionali, di tutto il personale sanitario operante presso la Casa di Cura ” Villa Elisa”, pazienti, personale dipendente e di tutti coloro i quali hanno effettuato ingresso presso la su citata struttura negli ultimi 15 giorni, al fine della tutela della salute e della sicurezza degli stessi – si legge in una nota del sindaco – Considerato che nella struttura vi è personale e pazienti provenienti da tutto il territorio della Piana di Gioia Tauro ed oltre, appare necessario prevenire ed evitare un contagio che avrebbe effetti devastanti e non più controllabili».