HomeSanitàBlocco ricoveri nelle strutture psichiatriche reggine, l'USB scrive alla Garante della Salute

Blocco ricoveri nelle strutture psichiatriche reggine, l’USB scrive alla Garante della Salute

Pubblicato il

Negli ultimi giorni la cronaca reggina ha riportato ben due casi di aggressioni violente da parte di figli con problemi psichiatrici alle proprie madri.

L’USB Calabria da anni denuncia come il blocco dei ricoveri nelle strutture psichiatriche reggine rappresenti un dramma non solo per i lavoratori, che non riescono a immaginare quale sarà il loro futuro, ma soprattutto per i pazienti, per le loro famiglie e per tutta la comunità. Alla luce della moltiplicazione di tali disagi, l’organizzazione sindacale ha scritto una lettera alla Garante della Salute della Regione Calabria Anna Maria Stanganelli.

«La cronaca reggina negli ultimi giorni è stata scossa dagli ennesimi drammi familiari di chi è costretto ad affrontare il disagio psichiatrico all’interno delle mura domestiche – scrive l’USB -. Stiamo parlando delle due madri che, nella città di Reggio Calabria e in quella di Polistena, hanno rischiato di riportare conseguenze gravissime, se non letali, a causa delle crisi violente dei propri figli malati.

Non sono purtroppo i primi casi e non saranno certamente gli ultimi fin quando perdurerà nell’area della Città Metropolitana di Reggio Calabria quel nefasto blocco dei ricoveri nelle strutture psichiatriche che va avanti addirittura dal 2015.

Il servizio residenziale psichiatrico a Reggio Calabria, dopo la chiusura del manicomio cittadino agli inizi degli anni ‘90, è stato gestito direttamente dall’ASP insieme a delle cooperative sociali, cui sono stati affidati il servizio alberghiero e quello di riabilitazione. L’evoluzione normativa ha reso ben presto però questa forma di gestione superata, tanto è che già dal 2008 si sarebbe dovuto definire il percorso di definitivo accreditamento delle strutture. Ma dal 2008 ad oggi ben poco è stato fatto, nonostante un tavolo tecnico che, appunto nel 2015, aveva tracciato un percorso, poi rimasto disatteso, per consentire l’accreditamento delle cooperative. Lasciando così le strutture e i lavoratori in un clima di eterna incertezza e portando al blocco dei ricoveri, con le gravi conseguenze che si sono generate per i pazienti psichiatrici, per le loro famiglie e per l’intera collettività.

In un periodo storico in cui, purtroppo, la stessa OMS segnala l’aumento costante del numero di persone affette da disturbi psichiatrici, la Calabria registra fra i suo tristi primati anche quello della minore spesa e dei minori servizi per l’assistenza psichiatrica. Il caso delle strutture psichiatriche reggine diventa perciò emblematico per evidenziare l’attenzione quasi nulla rispetto ai lavoratori del settore, tra i quali molti da oltre trent’anni impegnati, tra mille difficoltà, in un lavoro così delicato, ma soprattutto rispetto ai pazienti stessi e ai familiari di persone con disagio mentale, spesso costretti a ricorrere alle cure domestiche per l’impossibilità di un semplice ricovero.

Con la presente intendiamo sollecitare anche il Suo intervento, per quelle che sono le competenze del Garante della Salute, per la salvaguardia di un servizio fondamentale e necessario a garantire la dignità di esseri umani alle persone affette da disturbi psichiatrici».

Ultimi Articoli

“Therun – Free Run 2024”: Il Mito Harley-Davidson arriva per la prima volta nella Locride

"Mettere passione in tutto ciò che si fa" è il motto di Harley-Davidson, il...

La vocalist Valentina Crudo torna a casa 10 mesi dopo l’incidente. «Sono viva per miracolo»

La 30enne di Rombiolo è rimasta coinvolta nello scontro frontale avvenuto il 20 agosto 2023 sulla super strada Jonio-Tirreno

DdL Calderoli, Conia pronto all’impugnazione e al referendum abrogativo

Pensa ad una richiesta di impugnazione del DdL Calderoli sull’Autonomia differenziata presso la Corte...

Palmi, presto 30 telecamere saranno installate su tutto il territorio

Passa in Consiglio il nuovo regolamento per la disciplina dei sistemi di videosrveglianza. Il consigliere Camera: «Delibera necessaria»

Sanità, Tripodi incalza Occhiuto: “Battaglia che merita di essere combattuta ancora”

Riformulazione del DCA 78, mantenimento del presidio ospedaliero con implementazione delle 70 unità mancanti...

L’ANPI provinciale alla manifestazione Sanità chiama

L’ANPI, Comitato Provinciale di Reggio Calabria, aderisce e partecipa alla manifestazione “Sanità Chiama” organizzata...

Sanità, l’Aggregazione Funzionale Territoriale di Palmi è una realtà

Curia: «Struttura molto importante per avviare una sanità di prossimità e d'iniziativa che va nella direzione di sostenere i cittadini»