Alluvione 2010, un lettore scrive alla redazione: «premiare i tecnici e i vigili del fuoco»

0
443
Giorgio Zanon

Dopo aver letto che il comune di Gioia Tauro ha premiato gli agenti del commissariato di Polizia della città del porto per il lavoro svolto durante l’alluvione del 2010. Un nostro lettore di Padova ha scritto alla redazione per esprimere il proprio rammarico sulla scelta. A suo parere sarebbe stato più giusto premiare i tecnici del comune e i vigili del fuoco. Pubblichiamo integralmente la sua lettera:

Giorgio Zanon
Io sono di Padova e sono arrivato a Gioia Tauro dopo qualche giorno dall’alluvione, sinceramente non ho visto in mezzo al fango tute blu, evidentemente intervenute solo nell’immediatezza dell’alluvione.

Sarebbe, a mio parere, opportuno pubblicare anche le motivazioni per cui sono stati premiati solo gli uomini e le donne della Polizia di Stato.

Nessun riconoscimento è stato dato allo staff comunale dell’ufficio tecnico, diretto dall’ingegnere Angela Nicoletta. I tecnici erano in mezzo al fango per provvedere alle necessità degli alluvionati, idem per le tute rosse dei vigili del fuoco sempre presenti anche dopo.
Da vittima dell’alluvione avrei gioito se un formale ringraziamento fosse giunto a tutti i volontari che si sono prodigati nei giorni successivi ed alla popolazione alluvionata che ha lavorato giorno e notte per pulire e salvare il salvabile. Un ultimo ringraziamento lo avrei fatto al consigliere comunale Nino Iannì, sempre presente per dare consigli e assistenza. Con grande disponibilitò provava a risolvere i nostri problemi chiamano le persone giuste. Peccato che per problemi di salute si sia dovuto dimettere.

con osservanza Cav. Giorgio Zanon