Al forum Generazioni Pedà ha illustrato il suo programma elettorale

0
877

GIOIA TAURO – «L’invidia reciproca non ha permesso alla città di emergere. Ora è necessario far prevalere uno spirito solidale e di collaborazione che esalti le potenzialità e le positività di Gioia Tauro». Con queste parole Giuseppe Pedà ha aperto ieri il suo intervento al forum “generazioni” che si è svolto nella sala Fallara di Gioia Tauro.

Il candidato a sindaco del centrodestra ha esposto i principali punti del suo programma elettorale e ha chiarito che polemizzerà o attaccherà nessuno degli altri candidati: «Col passato abbiamo chiuso, reset – ha detto Pedà – il giorno dopo delle elezioni, dovremo lavorare tutti insieme, anche se con ruoli diversi, per il bene della città».

Il lavoro è stato indicato come priorità assoluta e Pedà ha detto di voler puntare sulla costruzione di “grandi opere strategiche”. Il coordinatore nazionale del territorio ha poi parlato di sicurezza: «Bisogna riprendere il discorso già avviato con Piana Sicura, la gente deve muoversi liberamente per la città a qualunque ora del giorno e della notte».

«Molti amici – ha affermato ancora Pedà – mi dicevano di non candidarmi, una coalizione mi ha scelto e ho accettato con piacere perchè io sono impazzito per Gioia, sono orgoglioso di essere gioiese e lavorerò affinchè tutti i gioiesi tornino ad esserlo».

All’incontro, organizzato dal movimento Roosevelt e moderato da Francesco Toscano, sono intervenuti Florindo Rubbettino, i docenti dell’unical Fabio Piluso e Luigi Greco e alcuni ragazzi di Gioia Tauro tra cui Carmine Giovinazzo, lo chef gioiese che ha partecipato a masterchef e Giancarlo Murisciano, il fisioterapista che è finito sulle prime pagine dei giornali di mezzo mondo dopo aver pubblicato su facebook una commovente foto in cui aiutava la nonna malata di alzheimer.

Nel corso del dibattito si è parlato di fondi europei, delle possibilità di assegnare i capannoni vuoti dell’Asi a startup innovative e della creazione di un incubatore di impresa in grado di aiutare e assistere i giovani gioiesi con idee imprenditoriali vincenti.

I prossimi appuntamenti, organizzati dal Pedà, in collaborazione col movimento Roosevelt, riguarderanno il terzo settore, l’ambiente e lo sport.