A San Ferdinando è nato il comitato contro l’aumento della Tasi

0
867
il quaderno delle firme
il quaderno delle firme

SAN FERDINANDO – Più di 800 famiglie hanno deciso di consegnare la bolletta della Tasi al comitato costituito pochi giorni fa a San Ferdinando per protestare contro quello che è considerato un “aumento sproporzionato” della tassa sui rifiuti.

Insieme alle raccolta delle bollette il comitato, chiamato Città di San Ferdinando, ha promosso una petizione per chiedere la sospensione della Tari relativa al 2015, per ottenere un incontro con i commissari prefettizi.

L’idea dei promotori del comitato è quella di trovare gli strumenti adeguati per permettere a tutti i cittadini “di poter pagare una cifra equa e giusta” ma non un tributo che viene considerata “una stangata che incide sul bilancio e sulla dignità di ogni famiglia e sulle categorie più deboli della società”.