A Molochio il training course del progetto Erasmus “Hero”

Teatro innovativo come veicolo per una nuova multiculturalità inclusiva a livello europeo

0
41

Quasi ultimato il progetto Erasmus “Hero” – finanziato dall’Agenzia Nazionale Spagnola e che coinvolge 18 giovani provenienti da Italia, Spagna e Serbia e tenuto a Molochio dal 31 luglio al 6 agosto – e curato da 3 diverse organizzazioni no profit operanti a livello internazionale: Euroactiva-T (Spagna), Reach (Serbia) e Pro-Re-Active (Italia). Il training course tenuto presso la cittadina pre-aspromontana ha avuto come obiettivo principale quello di sviluppare le competenze dei partecipanti utilizzando strumenti e metodi educativi non formali nel settore teatrale e durante le fasi di formazione e creazione di scene artistiche che evocano varie tematiche sono stati anche coinvolti dieci giovani molochiesi. Soddisfatti anche i formatori Emanuele Nargi, artista, attore e formatore e Jelena Jezdovic coordinati dal responsabile Josep Vilalta. Di “momento di arricchimento socio-culturale importante per l’intera comunità” ha parlato il sindaco della città Marco Caruso mentre Pasquale Siciliano, presidente dell’associazione Pro-Re-Active, ha spiegato che “abbiamo raccolto nello stesso posto formatori di fama internazionale e giovani attori, da diverse parti d’Europa facendoli incontrare con la comunità locale, creando un mix culturale unico nel suo genere. Il progetto è stato accolto con grande entusiasmo. Uno dei nostri scopi, infatti, era quello di generare un nuovo tipo di impatto sociale a favore di un turismo di tipo sostenibile ed esperienziale che intrecci arte, cultura, esperienze, sostenibilità ed innovazione”. Al progetto hanno anche partecipato anche giovani ex allievi della Scuola di Recitazione della Calabria di Cittanova tra cui Sergio Nicolaci e Annalisa Schiavone.