HomeSanitàA Cittanova il convegno sulla prevenzione oncologica in Calabria

A Cittanova il convegno sulla prevenzione oncologica in Calabria

Pubblicato il

Sabato 17 giugno  a Cittanova, presso la sala convegni “G. Cosentino” della BCC Calabria Ulteriore, si è tenuto un convegno su un tema di notevole rilevanza sociale: “prevenire per non partire, la prevenzione oncologica nella realtà calabrese”. L’evento è stato organizzato dal Rotary Club di Gioia Tauro, presieduto dall’Avv. Domenico Infantino, con il patrocinio dell’Ordine provinciale dei Medici, Chirurghi ed Odontoiatri di Reggio Calabria.

I lavori del convegno sono stati introdotti dall’Avv. Domenico Infantino, il quale ha rimarcato che «la missione principale del Rotary è agire nell’interesse della collettività. Il diritto alla salute di rango costituzionale include ovviamente il diritto alla prevenzione. Tutti i cittadini italiani hanno pari dignità, senza distinzione di latitudine. Al centro del convegno la prevenzione oncologica, le prassi virtuose e i protocolli scientifici per lo screening, la rete oncologica sanitaria calabrese».

A seguire i saluti del Sindaco di Cittanova Francesco Cosentino, il quale ha manifestato grande orgoglio per la scelta di Cittanova quale sede del convegno. Sono poi intervenuti per i saluti il Vice Pres. dell’Ordine del Medici Dott. Giuseppe Zampogna e il Garante regionale per la sanità D.ssa Anna Maria Stanganelli. Gli interventi dei relatori sono stati preceduti dalla D.ssa Francesca Cosentino  che, sulla base della sua lunga e qualificata esperienza del mondo della sanità,  ha puntualizzato il tema del convegno e le ragioni della sua scelta. Moderatore è stato il Dott. Rocco Catalano. 

Lo sviluppo del tema è stato affidato ai seguenti qualificati relatori: Dott. Giuseppe Giunta (sul ruolo del medico di famiglia nella prevenzione oncologica), Dott. Massimo Sorace (sulla prevenzione del tumore del collo dell’utero), Dott. Fortunato Raffaele (sulla prevenzione oncologica in odontoiatria), Dott.ssa Maria Giovanna Fava (su attualità senologica), Dott.ssa Daniela Martino (su: melanoma, importanza della prevenzione), Dott. Antonio Iaria (sulla rete oncologica calabrese, stato dell’arte), Dott. Rubens Curia (sulle reti territoriali formali ed informali nella prevenzione oncologica).

Il pubblico presente ha seguito fino alla fine tutte le relazioni con attenzione e grande interesse. Tutti i relatori hanno affrontato la delicata questione con chiarezza espositiva, con interventi mirati e al contenuto elevato. Al termine vi sono stati gli interventi conclusivi della Dott.ssa Francesca Cosentino, dell’Avv. Domenico Infantino e dell’Avv. Gina Scordo (assistente del Governatore del distretto Rotary 2102). Dal convegno è emerso in maniera corale l’auspicio che la rete oncologica calabrese possa organizzarsi in maniera tale da essere all’altezza del compito assegnatole nella tutela primaria del diritto alla salute.  

Ultimi Articoli

Comizi a Gioia Tauro: Mariarosaria Russo apre “in bellezza”

Il percorso verso le elezioni amministrative 2024 della Città di Gioia Tauro è ormai...

Blitz dei carabinieri alla Tonnara di Palmi: sequestrati 15 chili di pesce avariato pronto per essere venduto

Elevate sanzioni per più di seimila euro a carico degli ambulanti

Camera Minorile di Palmi si avvia alla conclusione il progetto di educazione alla legalità

Importante progetto dedicato alle devianze minorili, che ha coinvolto diversi soggetti istituzionali e imprenditori locali

Taurianova, la biblioteca Renda riapre le porte

Riapre le porte, dopo sette anni di chiusura, la biblioteca comunale Antonio Renda -...

Sanità, Tripodi incalza Occhiuto: “Battaglia che merita di essere combattuta ancora”

Riformulazione del DCA 78, mantenimento del presidio ospedaliero con implementazione delle 70 unità mancanti...

L’ANPI provinciale alla manifestazione Sanità chiama

L’ANPI, Comitato Provinciale di Reggio Calabria, aderisce e partecipa alla manifestazione “Sanità Chiama” organizzata...

Sanità, l’Aggregazione Funzionale Territoriale di Palmi è una realtà

Curia: «Struttura molto importante per avviare una sanità di prossimità e d'iniziativa che va nella direzione di sostenere i cittadini»