HomeCronacaVilla, arrestato un corriere della droga. Aveva con sé 65 kg di...

Villa, arrestato un corriere della droga. Aveva con sé 65 kg di stupefacente

Pubblicato il

Nei giorni scorsi, personale della Polizia di Stato di Reggio Calabria ha arrestato, in flagranza di reato, un uomo di 28 anni indiziato, allo stato del procedimento in fase di indagini preliminari, di detenzione e trasporto illecito di sostanza stupefacente, aggravati dall’ingente quantità.

Nello specifico, personale della Squadra Mobile di Reggio Calabria, nell’ambito della consueta attività volta alla prevenzione ed alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, si trovava impegnato nel comune di Villa San Giovanni, presso gli imbarcaderi dei traghetti diretti in Sicilia (il servizio in questione viene infatti implementato a ridosso dei periodi di vacanza e, quindi, di maggiore affluenza presso il predetto scalo portuale).

Qui il personale di pattuglia si avvedeva subito del fatto che, a bordo di una macchina in coda insieme ad altri veicoli tutti in procinto di imbarcarsi sulla nave, vi era un uomo il quale mostrava un atteggiamento già particolarmente teso e nervoso e, alla vista di un’auto della Polizia di passaggio, si era mostrato ulteriormente preoccupato ed impaziente di salire sul traghetto.

Per tale motivo gli Agenti della Squadra Mobile si erano prontamente avvicinati e lo avevano invitato a declinare le proprie generalità, oltre a fornire i documenti della vettura e la propria patente di guida. In tale circostanza la reazione scomposta dell’uomo, da subito estremamente insofferente, aveva definitivamente confermato i sospetti insorti negli investigatori, inducendoli ad effettuare una perquisizione personale al conducente, poi estesa anche al veicolo.

Nel corso di tale attività di Polizia Giudiziaria venivano così rinvenuti nel bagagliaio posteriore della vettura due voluminosi borsoni neri contenenti la sostanza stupefacente che, dopo il disbrigo delle formalità di rito connesse all’arresto ed agli esami della Polizia Scientifica, risultava pari a kg. 64,8 di hashish e kg. 1,1 di marijuana.

L’intera operazione veniva coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria e, successivamente all’arresto, A.L. veniva tradotto presso la casa circondariale di Arghillà a Reggio Calabria. Il suo arresto veniva quindi convalidato dal GIP del Tribunale di Reggio Calabria che disponeva a suo carico la misura cautelare in carcere.

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Blitz dei carabinieri alla Tonnara di Palmi: sequestrati 15 chili di pesce avariato pronto per essere venduto

Elevate sanzioni per più di seimila euro a carico degli ambulanti

Non erano intervenuti in un incidente mortale: sospesi due vigili urbani a Taurianova

I due sarebbero effettivamente passati sul luogo dell'incidente senza attivare la macchina dei soccorsi