Tre imprenditori della città salvano la Palmese

Al termine della lunga trattativa tra sindaco e commissario, Melara, Ottobre e Galletta stanziano 15mila euro che permettono alla società di giocare il Campionato

0
2944

Una Palmi tutto cuore e sacrificio salva la sua squadra, la Palmese, che fino a meno di 24 ore fa rischiava di non scendere in campo, domani pomeriggio, e di vedere cancellati ben 106 anni di storia.

Ci sono voluti una lunga trattativa, condotta dal sindaco Giuseppe Ranuccio insieme al curatore giudiziario Domenico Larizza, ed uno scatto d’orgoglio della città per salvare la squadra; diversi gli incontri tra i due durante gli ultimi giorni, tanti gli sforzi dei cittadini che di tasca propria hanno contribuito con delle donazioni spontanee e organizzato una raccolta fondi per vedere ancora i neroverdi in campo.

E quando sembrava che fosse fatta, che la somma raccolta bastasse almeno per l’avvio della squadra in Campionato, ecco arrivare la notizia che ha gettato i tifosi nello sconforto: servono altri soldi.

A dare una svolta alla trattativa ci hanno pensato tre imprenditori della città, Carmine Melara, Lillo Galletta e Antonio Ottobre, che si sono offerti di mettere sul piatto 15mila euro.

Larizza accetta l’offerta, la notizia si diffonde immediatamente tra i tifosi che da ore assediano il piazzale antistante il Lopresti: la squadra è salva.

La gioia è incontenibile: i tifosi si abbracciano, cantano, gridano “forza Palmese”.

«Mi sono voluto impegnare in prima persona in questa vicenda delicata – ha detto il sindaco al termine della trattativa – Non è stato di certo facile, abbiamo lavorato a lungo e quando le cose sembravano essersi sistemate, è arrivata la notizia dell’esigenza di maggiore liquidità. Ma il cuore dei palmesi è grande, e gli imprenditori Melara, Ottobre ed il consigliere Galletta lo hanno dimostrato. Se questa società continuerà ad esisterà, sarà grazie a loro».

Sì, proprio grazie a tre imprenditori che nonostante le mille difficoltà che incontrano nel quotidiano, sono riusciti a fare uno sforzo, dimostrando un grande attaccamento alla città. Adesso, almeno fino a Dicembre, la Palmese dovrebbe riuscire a scendere in campo la domenica, in futuro si vedrà.

Si inizia subito da domani: alle 15 c’è la prima di Campionato contro il Città di Messina, e al di là del risultato, la vera gioia è poter vedere in campo quei colori.