“Torno subito”, revocata la misura cautelare alla bibliotecaria del Comune di Rosarno

Accolta l'istanza dell'avvocato Antonio Barilari

0
512
appello

A seguito dell’interrogatorio di garanzia svoltosi venerdì scorso nell’ambito dell’operazione cd “Torno Subito” condotta dalla Procura di Palmi, il GIP presso lo stesso Tribunale, Carlo Alberto Indellicati, ha revocato la misura cautelare disposta a carico della signora Morelli M. G., bibliotecaria del Comune di Rosarno, oggi in servizio presso l’Ufficio Anagrafe, difesa dall’Avvocto Antonio Barilari del Foro di Palmi.

Il GIP, avendo valutato le giustificazioni fornite dall’indagato ed il compendio documentale fornito dalla difesa, ha ritenuto affievolito il quadro accusatorio e conseguentemente escluso la gravità indiziaria necessaria per la sussistenza della misura cautelare.

Infatti, la dipendente pubblica, rispondendo all’interrogatorio, ha pienamente spiegato e documentato il motivo dell’allontanamento dal palazzo comunale, dovendosi la stessa recare quotidianamente presso la biblioteca a svolgere le proprie mansioni come da ordine di servizio non acquisito inizialmente dalla Procura di Palmi.

Purtroppo, la svista degli investigatori ha fatto sì che si creasse l’equivoco e la signora fosse “assente ingiustificata”.

Oggi, si auspica che questa triste e buia vicenda si chiarisca al più presto e che la signora Morelli, dipendente modello del Comune di Rosarno, possa tornare alla propria vita riabilitando il proprio nome.