Santo Stefano d’Aspromonte, il piccolo borgo che dà voce ai bambini

Due iniziative promosse dal comitato civico "Donne di Santo Stefano in Movimento" e dall'amministrazione comunale, hanno avuto i più piccoli come protagonisti

0
139

In periodi difficili come quello che stiamo vivendo, la parola d’ordine è “Non arrendersi!”

Con questo motto, il Comitato civico “Donne di Santo Stefano in movimento”, in collaborazione con il comune di Santo Stefano in Aspromonte, ha realizzato due bellissime iniziative.

La prima in cui i bambini – da protagonisti – seguendo l’hashtag #laprimaverarifiorirà, durante i primi giorni di quarantena, essendo “costretti” a stare a casa, hanno realizzato dei bellissimi disegni su questa primavera un po’ strana. I lavori dei piccoli artisti sono stati pubblicati sulla pagina Facebook del comitato, per trasmettere un messaggio di positività e gridare al mondo che non bisogna arrendersi mai, perché la vita, così come la primavera, deve continuare a fiorire, superando difficoltà e ansie.

La seconda iniziativa è stata realizzata in occasione della festa della mamma, durante la quale adulti e bambini, vicini e lontani,   grazie all’impianto di filodiffusione messo a disposizione del comune di Santo Stefano in Aspromonte, hanno potuto dedicare una canzone da loro scelta alla propria mamma. Questa originale iniziativa, con oltre 50 dediche trasmesse, oltre ad aver regalato forti emozioni – sopratutto agli anziani – ha permesso a tutti coloro che per diversi motivi si trovavano lontano da casa di mandare un messaggio particolare alla donna più importante della famiglia.

E  rifacendosi alle famose parole di John Fitzgerald Kennedy, «non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese», il comitato ha rinnovato il suo impegno attivo per garantire vitalità ai piccoli borghi nonostante le restrizioni del momento.