Rosarno si prepara all’apertura del presidio sanitario mobile

Si lavora senza sosta da ieri; il sindaco: «Grazie a chi sta rendendo possibile tutto questo»

0
735

Rosarno, ore 7 del 23 Marzo 2020: gli operai del Comune, insieme ad alcuni volontari della città, sono a lavoro sotto la pioggia per rendere operativo il presidio sanitario installato ieri dalla Protezione civile, dopo i due casi di cittadini risultati positivi al test del Coronavirus.

«Noi siamo qui con loro – ha detto il primo cittadino Giuseppe Idà – e io sento il dovere di ringraziarli a nome di tutta la cittadinanza per aver dato la loro disponibilità in un momento così difficile e complicato. Iniziamo la giornata con la solita raccomandazione: noi non possiamo ma voi rimanete a casa».

Da oggi, come anticipato ieri dal sindaco, all’interno del presidio mobile realizzato nel centro sportivo di Rosarno, in località Rognetta, verranno avviate le procedure per eseguire i tamponi su persone indicate dall’Asp di Reggio Calabria, al fine di fare prevenzione ed evitare il propagarsi del virus in città e nei dintorni.