Rosarno, preoccupa il blocco dei lavori della scuola di contrada Bosco

L’ex assessore ai Lavori Pubblici, Teodoro De Maria, è stato coinvolto dai genitori degli alunni perché rappresenti il problema al commissario Reppucci

0
99

È forte lo stato di preoccupazione delle mamme della contrada Bosco di Rosarno, in merito al blocco dei lavori della scuola elementare e media ospitante oltre 100 giovani.

I genitori della popolosa contrada Bosco con duemila abitanti, allarmati dal fermo lavori dal mese di novembre, hanno coinvolto e reso partecipe l’ex Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Rosarno nell’anno 2010 – 2015 Dott. Teodoro De Maria al fine di rendersi portavoce presso il Commissario Prefettizio Dott. Antonio Reppucci.

Il già Assessore De Maria recatosi sul luogo dove si trova il plesso scolastico insieme ai genitori del territorio, ha potuto constatare un forte disservizio per i cittadini ed i giovani.

De Maria ricorda e mette in evidenza che i locali delle scuole venivano anche usati per fare la catechesi per i giovani del territorio ed anche scuola di ballo serale per gli adulti.

Per cui attualmente la popolazione Bosco si trova in forte stato di disagio istruttivo, religioso e sociale non avendo i locali a disposizione.

Il Già Assessore Teodoro De Maria chiede al Commissario prefettizio Dott. Antonio Reppucci un incontro con l’obbiettivo di aiutare la popolazione della popolosa contrada di riprendersi in modo efficiente la propria scuola e serenità dei suoi figli, con l’auspicio che nel mese di settembre i giovani scolari possano iniziare a frequentare il proprio plesso scolastico con la gioia e la soddisfazione di tutti.