HomeCronacaRosarno: Due arresti per coltivazione di sostanze stupefacenti

Rosarno: Due arresti per coltivazione di sostanze stupefacenti

Pubblicato il

ROSARNO (28 luglio 2011) – I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, supportati dallo squadrone Eliportato “Cacciatori di Calabria”, hanno arrestato ieri a Rosarno, due uomini Antonino Cangemi di 24 anni e Michele Consiglio di 23, con l’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti. I due sono stati sorpresi in una proprietà in contrada Zippone, in cui erano state piantate 700 piante di canapa indiana, alte circa due metri.

La piantagione aveva l’impianto di irrigazione alimentato da una pompa elettrica.

I carabinieri, prima di bruciare l’intera piantagione, hanno sequestrato materiale per l’irrigazione e per la concimazione chimica delle piante.

Lucio Rodinò

Ultimi Articoli

Volley, l’OmiFer attende la Capitale nella bolgia del PalaSurace

Domani la squadra di mister Radici sfiderà in casa la SMI Roma

Al Teatro Gentile di Cittanova in scena Tosca d’Aquino e Giampiero Ingrassia

Il 9 febbraio appuntamento con "Amori e sapori nelle cucine del Gattopardo"

Reggio, domani la presentazione di “Guida all’Aspromonte misterioso”

Edito da Rubettino, è stato scritto da Giuseppe Battaglia e Alfonso Picone Chiodo

Commerciante derubata nel parcheggio di un centro commerciale di Taurianova: arrestato uno dei 2 responsabili

Alla vittima erano stati sottratti 500 euro in contanti, documenti ed effetti personali

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

A capo del gruppo criminale ci sarebbero Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, appartenenti a storiche famiglie di 'ndrangheta di Cosoleto