Rizziconi, la Cgil contesta la gara d’appalto per il servizio di raccolta rifiuti

«Così non si garantisce la continuità occupazionale delle maestranze impiegate nel servizio»

0
263

Il coordinamento Igiene Salute Ambiente CGIL di Gioa Tauro, costituito dalle categorie sindacali FILCAMS e FP, ha chiesto l’annullamento della Gara d’appalto bandita dal comune di Rizziconi per il servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani, comprensivo di spazzamento stradale.

Per come è concepito il Capitolato d’appalto non viene garantita la continuità occupazionale delle maestranze attualmente impegnate in questo servizio.

La legge prevede una clausola sociale di salvaguardia dell’occupazione che anche se richiamata nel Bando, di fatto viene messa a rischio dalle previsioni economiche previste per espletare il servizio.

Il sindacato, fortemente impegnato a salvaguardare il lavoro ed i diritti di chi opera in questo settore strategico per l’ambiente e lo sviluppo della nostra Terra ha chiesto, come previsto dalle normative vigenti, al Responsabile Unico del Procedimento di ritirare il Bandi di Gara e di riformularlo, quindi, tenendo conto della necessità di salvaguardare l’occupazione ed il reddito dei lavoratori attualmente in forza con le società che svolgono tale servizio di pubblica utilità.

La stessa nota, è stata inviata, alle Istituzioni che svolgono sia una funzione politica che di controllo della correttezza dei Bandi Pubblici.

Ci auguriamo che il Comune di Rizziconi, voglia tener conto nell’immediato della questione ed agisca di conseguenza. Come coordinamento sindacale continueremo a vigilare e a rappresentare i diritti ed i bisogni dei lavoratori del settore.