“RigenEranova”: le associazioni della Piana insieme per ridar vita alla spiaggia di San Ferdinando

Domenica 8 maggio, dalle 9:00, il tratto di litorale e la pineta verranno ripulite da plastiche e microplastiche

0
35

Pensare alla terra e ai suoi abitanti come un unico corpo, pronto a curarne le parti malate, e a rigenerarle.

La spiaggia di Eranova (frazione di San Ferdinando) domenica 8 maggio 2022 a partire dalle ore 9:00, sarà interessata da una di queste azioni di “cura”, attraverso una giornata ecologica, che avrà il fine di ripulire questo suggestivo litorale e la sua pineta dalla presenza di plastiche e microplastiche.

RigenEranova – questo il nome pensato per l’evento – vuole valorizzare quest’area, e la sua rigogliosa vegetazione a due passi dal mare, dall’ingombrante presenza dei rifiuti urbani, con un’operazione collettiva: una fitta e generosa rete di volontari e associazioni rappresentanti molte realtà della Piana, è infatti pronta a munirsi di rastrello, guanti robusti e sacchi della spazzatura e ad incontrarsi presso la chiesa di San Giuseppe, in via Giovanni XXIII a Eranova.

L’iniziativa, patrocinata da Mediterranean Hope, coinvolgerà, oltre ai volontari residenti a San Ferdinando, la FCEI o Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), La Coperta della Memoria attiva nella Piana di Gioia Tauro, l’associazione SOS Rosarno, il gruppo ecologista Green R-Evolution di Palmi e l’associazione con fini riqualificativi I Volontari di Gioia Tauro.

A Eranova, dove boschi e mare si abbracciano, sarà forte il senso di aggregazione sociale e giovanile: «Il nostro intento è sensibilizzare la coscienza civica alla tutela ambientale attraverso la rete tra realtà associative presenti sul territorio – sostiene il volontario Roberto Chiodo, che aggiunge – Siamo un tutt’uno con la terra, ed ogni danno che viene ad essa arrecato, prima o poi riguarderà anche noi. Non possiamo restare indifferenti».

Questa simbiosi tra terra e umanità, sarà lo spirito che l’8 Maggio 2022 si vivrà a Eranova, “locus amoenus” dove gettare le basi per altre cooperazioni ambientaliste future.