HomeCronacaReggio Calabria, arrestato 17enne sorpreso a rubare vestiti in un negozio

Reggio Calabria, arrestato 17enne sorpreso a rubare vestiti in un negozio

Pubblicato il

Arrestato in flagranza, nei giorni scorsi, dai Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria, un 17enne per rapina impropria.

In particolare, il giovane, sorpreso all’interno di un negozio di abbigliamento, in corso Garibaldi a Reggio Calabria, dopo essersi impossessato fraudolentemente di un cappotto e un paio di pantaloni e aver oltrepassato le barriere antitaccheggio, è stato subito fermato da un vigilante dell’attività commerciale.

Dandosi immediatamente alla fuga, nel tentativo di svincolarsi è stato poi inseguito dall’addetto alla sicurezza fino alla limitrofa via San Paolo, quando sopraggiunto l’equipaggio della Sezione Radiomobile, è stato in ultimo bloccato e arrestato dai militari dell’Arma.

La refurtiva recuperata, è stata riconsegnata all’esercizio commerciale mentre il minorenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dei minori.

Trattandosi di provvedimento in fase di indagini preliminari, rimangono salve le successive determinazioni in fase processuale.

Ultimi Articoli

Palmi, la Metrocity investe sul Monte Sant’Elia: finanziato progetto di quasi 100mila euro

Versace e Ranuccio: «Riqualificazione ambientale e valorizzazione in chiave turistica»

Cittanova, un ricco cartellone di eventi per le festività natalizie

Numerosi gli eventi programmati dal comitato spontaneo "Cittanova in festa"

Rigassificatore a Gioia Tauro, Occhiuto: «Meloni prenda in mano questo dossier»

Le dichiarazioni del governatore Occhiuto in un'intervista a "La Stampa"

Porti, tasse d’ancoraggio ridotte a sostegno dei traffici portuali

L'obiettivo è di mantenere il primato nazionale di Gioia Tauro nel settore del transhipment. 

Eseguito un mandato di arresto europeo in Grecia per un 32enne ricercato nel Reggino

L'uomo è accusato anche di tentato omicidio nei confronti di un 59enne di Melito Porto Salvo

Uccisero in carcere un educatore, adesso uno degli imputati vuole patteggiare

Si tratta di Vittorio Foschini, coinvolto nell'inchiesta di 'ndrangheta "Wall Street"