HomeSanitàProsalus pubblica il "contadanno": ecco quanto costerà in più l'ospedale della Piana

Prosalus pubblica il “contadanno”: ecco quanto costerà in più l’ospedale della Piana

Pubblicato il

Si chiama “contadanno” ed è il documento che l’associazione “Prosalus” di Palmi ha rilasciato in questi giorni dopo un attento studio relativo ai costi di realizzazione del nuovo ospedale della Piana che, a causa degli oramai noti ritardi, stanno lievitando.

Obbiettivo del documento è quello di comunicare con continuità e a cadenza fissa alle autorità competenti ed ai cittadini il danno sanitario e sociale causato dai ritardi nell’iter, per tenere viva l’attenzione su questo delicato problema e sollecitare i necessari interventi istituzionali. Troppe volte infatti, specie in Calabria, si è assistito ad opere di sanità pubblica finanziate ma non realizzate oppure costruite ma mai attivate.

«Tutto ciò è inaccettabile – riporta una nota dell’associazione – ed il controllo costante e diffuso dei cittadini mira proprio ad evitare che tale situazione si ripeta anche per il nuovo ospedale della Piana».

«Il contadanno” è un documento che riporta dati assistenziali ed economici che mettono in evidenza il danno ingiusto cagionato alla popolazione della Piana di Gioia Tauro per la mancata realizzazione del nuovo ospedale di Palmi a causa di gravi ritardi politici e tecnico-burocratici – si legge nel documento – Tale ospedale era stato previsto, finanziato e dichiarato urgente dall’Accordo di Programma Stato/Regione del 13 dicembre 2007 e a tutt’oggi, dopo oltre 14 anni, non è stata ancora effettuata neppure la consegna dei lavori per  l’apertura del cantiere. Anzi, dal recente Piano Operativo Sanitario Regionale 2022-2024 e dalle dichiarazioni pubbliche dei responsabili regionali è certo che l’Ospedale sarà realizzato non prima del 2026 e attivato non prima del 2027. È dunque già “certificato” un tempo di realizzazione, inconcepibile per una corretta amministrazione pubblica, pari a 20 anni sempre che non si vada ancora oltre».

Il “contadanno” andrà di pari passo col “contatempo”, altro documento a comunicazione fissa dell’Associazione Prosalus che mette in evidenza, in relazione ai tempi legali del procedimento, l’ingiustificato trascorrere degli anni per un’opera pubblica che avrebbe già dovuto essere realizzata da tempo.

Ultimi Articoli

Reggio, viaggiava con merce contraffatta: fermato un uomo all’aeroporto dello Stretto

I prodotti avevano il logo di brand di lusso ma a un controllo dei funzionari dell'agenzia delle dogane non sono risultati in linea con gli standard di qualità delle produzioni originali

La sezione reggina dell’Associazione Italiana Arbitri compie 90 anni, Versace: «Una famiglia e una vera e propria scuola di vita»

Il vicesindaco della Città metropolitana, insieme al delegato allo Sport Giovanni Latella, ha preso parte alla cerimonia che celebra il 90esimo anno dalla fondazione dell'Aia Reggio Calabria

Rosarno, oggi la consegna dei lavori di riqualificazione del Parco Medma

Il vicesindaco della Città metropolitana Carmelo Versace: «Sinergia virtuosa per rilanciare un territorio bello sul quale c'è ancora tanto da scoprire»

Ospedale della Piana, si lavora alla rimozione degli ultimi due elettrodotti

Il consigliere regionale Giuseppe Mattiani ha fatto visita al cantiere. «Lavoriamo per restituire ai calabresi una sanità di qualità»

Consegnato un densiometro al Consultorio di Oppido, Giannetta: «Sempre più attenzione alla prevenzione»

Lo strumento sarà essenziale per il monitoraggio del calcio nelle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Oppido, Curia e Mazzeo: «Da martedì a giovedì medico e ostetrica saranno in servizio al consultorio»

I portavoce del Comitato 19 febbraio e di Comunità competente annunciano che è stata avviata un'interlocuzione con l'Asp affinché vengano assolte le funzioni previste dal progetto "Obiettivo materno-infantile"

Sanità, Mattiani: «Approvazione progetti per Case e Ospedali di Comunità è un grande risultato»

La soddisfazione del Consigliere regionale che poi aggiunge: «Realizzeremo anche l'ospedale della Piana»