HomeAltre NotiziePresentato un atto stragiudiziale contro la vendita dei terreni dove dovrebbe sorgere...

Presentato un atto stragiudiziale contro la vendita dei terreni dove dovrebbe sorgere il nuovo ospedale

Pubblicato il

Jacopo Rizzo

GIOIA TAURO – Un atto stragiudiziale di diffida per verificare la legittimità delle scelte e di tutti gli atti inerenti la localizzazione e la costruzione del nuovo ospedale a Palmi. E’ questa l’ultima mossa messa in atto dal Comitato Spontaneo di Cittadini Pro Ospedale Unico della Piana di Gioia Tauro.

Il documento è stato presentato ieri dal responsabile del comitato, il vicesindaco di Gioia Tauro Jacopo Rizzo.

L’atto stragiudiziale contro il direttore generale dell’Asp 5 Rosanna Squillacioti, il presidente della Provincia Giuseppe Raffa, il commissario straordinario della Sanità la Protezione Civile e il Ministero della Salute, è stato notificato per conoscenza anche alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti e al Prefetto Luigi Varratta.

Uno dei passaggi più importanti dell’atto è quello riguardante la vendita dei terreni su cui dovrebbe sorgere l’ospedale a Palmi.

Le autorità preposte vengono diffidate dal firmare la cessione perchè «trattasi di terreni la cui proprietà è ancora tutta da dimostrare essere in capo all’Ente Provincia», perche ci sarebbe un «vincolo di destinazione d’uso scolastico (non modificabile se non con legge dello Stato)» e perchè dalla vendita «deriverebbe un danno erariale di oltre 350 mila euro (pari al costo del trasferimento della proprietà degli stessi terreni dalla Provincia alla Regione) visto e considerato che la Regione Calabria è proprietaria di un terreno di oltre 17 ettari al centro della Piana di Gioia Tauro, lungo la strada Provinciale Gioia Tauro-Rizziconi, località Bettina nei pressi di Villa Cordopatri».

Quello di ieri non è il primo atto formulato dal comitato. I “cittadini Pro ospedale unico della Piana” da diversi anni si occupano della questione e sono stati legittimati ad agire anche dal Tar che in una sentenza li ha definiti come soggetti che «agiscono per un interesse, democraticamente espresso e formalizzato, alla partecipazione dal basso» riconoscendoli «portatori di un interesse conoscitivo evidentemente meritevole di tutela».

Tutti i particolari dell’iniziativa, sposata in pieno dall’intera amministrazione comunale gioiese, saranno esposti nel corso di una conferenza stampa che si terrà in tarda mattinata al Comune di Gioia Tauro.

Lucio Rodinò

Ultimi Articoli

Palmi, rissa con accoltellamento nella notte di San Lorenzo

Ferito alla schiena un giovane; l'episodio si è verificato alla Tonnara intorno alle 2 di notte

«Sulla discarica di Melicuccà si ricorra subito al Tar»

Palmi, nota stampa dei consiglieri di Forza Italia Sorbilli e Palmisano, per chiedere al sindaco di impugnare l'ordinanza della Città metropolitana

A Palmi un concerto in ricordo del maestro Carmelo Cannizzaro

Domani 12 agosto, in piazza I Maggio, lo spettacolo musicale del gruppo "Due Lyre e mezzo di Taranta"

Tra edilizia e arredamento, le case fanno ripartire l’economia

Si rimette in moto la macchina economica del nostro paese. E lo fa dopo...

Cashback: una formula vincente per l’e-commerce, ma non sostenibile per lo Stato

In questi giorni sono in pagamento gli ultimi rimborsi

Truffa all’UE, sequestrati beni per 163mila euro a una coppia del reggino

Avrebbero commesso reiterate condotte illecite volte al conseguimento di erogazioni pubbliche nel settore degli aiuti alle imprese agricole