Palmi, la Prociv contro il sindaco. «Dopo 25 anni siamo stati messi alla porta da Ranuccio»

0
194

Dopo 25 anni il Sindaco di Palmi non riconosce più la PROCIV PALMI.

Stamattina ci è stata notificata l’ordinanza sgombero locali provvisoriamente assegnati alla PROCIV PALMI.

Tutto è iniziato  il 26.06.2020 allorquando si ricevette tramite pec l’ordinanza del Sindaco n. 69 con la quale comunicava che la PROCIV PALMI non faceva più parte del C.O.C. (fine della collaborazione dopo 25 anni); tale decisione, tra l’altro non preceduta da antecedente comunicazione, lasciava tutti perplessi, sgomenti ed  increduli.

Ci si è chiesti: perché il Sindaco  non ci ha convocati per comunicarci eventuali defezioni?

Di solito, calcisticamente parlando, a meno che non trattasi di una scorrettezza grave, che a nostro avviso non avremmo commesso, l’arbitro estrae il cartellino giallo; noi lo abbiamo avuto direttamente rosso, senza essere stati “ammoniti “; come mai il Sindaco, che sino a pochi mesi addietro ha operato insieme ai volontari nello spegnimento di un incendio sul S. Elia, ha improvvisamente mutato idea sulla PROCIV PALMI , addirittura eliminandoci dal C.O.C.? Si sarà dimenticato delle notti passate all’addiaccio per cercare di dare sollievo alla popolazione della Tonnara, durante i famigerati temporali che hanno letteralmente flagellato e il litorale e le stesse abitazioni marinare? Si è dimenticato degli “elogi “ pervenutici da lui stesso ? O era solamente parvenza?

Si è avuto un incontro con il Sindaco ed alle domande di cui sopra, non ha saputo e non ha voluto darci una risposta; è stato lui detto anche, che è prerogativa del sindaco , qualora lo ritenesse opportuno, inserire nel C.O.C. più gruppi; ha risposto «vedrò quel che potrò fare, datemi tempo».

Il tempo è arrivato, non solo ci ha sbattuto fuori dal C.O.C.  ma ha sferrato il cosiddetto “colpo di grazia “, riprendendosi un locale che momentaneamente ci aveva assegnato; abbiamo prospettato che ci venissero assegnati altro locale alternativo, e la risposta è stata sempre negativa; il che, a parere nostro, significa che la “partita era stata già studiata e decisa. come suol dirsi, a tavolino2.

Sta di fatto che ci ha  lasciati in mezzo ad una strada .

Ma così non sarà: saremo pur fuori dall’apparato comunale, certamente non da quello nazionale e regionale, ma lo spirito di servizio, specie alla comunità palmese, che accomuna tutti i componenti della PROCIV PALMI, giovani e meno giovani, non verrà assolutamente meno, anzi, questa “triste ed amara disavventura“ sicuramente ci spronerà ancor di più ad impegnarci e svolgere con amore questo nostro metterci al servizio della comunità tutta.

Ringraziamo la moltitudine di persone che sino ad oggi ci hanno supportato e che ancor oggi, anche privatamente, ci chiamano, in quanto, fiduciosi e credenti in noi,( 25 anni non si cancellano con un colpo di spugna ) hanno necessità del nostro supporto.

Ringraziamo sin da adesso, chi si adopererà per ospitarci in un locale cui appoggiare le nostre attrezzature.

NOI CI SAREMO SEMPRE.