Palmi e Gioia unite per la tutela del mare

Riceviamo e pubblichiamo:

Ieri mattina a Palazzo San Nicola si è tenuto un importante incontro sul tema della pulizia del mare e del territorio, che ha coinvolto i Comuni di Palmi e Gioia Tauro. Oltre ai sindaci Aldo Alessio e Giuseppe Ranuccio, al tavolo erano presenti alcuni membri delle due Amministrazioni Comunali ed il Comandante della Polizia Locale di Palmi Francesco Managò.

Inquieto Inquieto Ape maia Inquieto

La riunione è stata convocata con l’intento di affrontare in maniera approfondita le criticità legate all’inquinamento del mare e di tutto il territorio, analizzandone cause e possibili soluzioni. Nel corso della discussione sono stati dunque toccati punti quali gli scarichi illeciti presenti su tutto il territorio della Piana, la qualità e la regolarità del servizio di depurazione delle acque offerto dalla IAM e la situazione dei fiumi Petrace e Budello.

L’incontro è stato proficuo sotto diversi aspetti, soprattutto in ordine alle plausibili soluzioni definitive da intraprendere.

Quali rappresentanti delle rispettive Amministrazioni Comunali, i sindaci hanno assunto l’impegno di approfondire tutti gli aspetti di questo grave problema, avviando congiuntamente alle autorità competenti scrupolose attività d’indagine. Ranuccio e Alessio sottoporranno inoltre agli Enti sovraordinati, Regione Calabria e Città Metropolitana di Reggio Calabria su tutte, la richiesta di istituire un tavolo tecnico che, coinvolgendo anche la guardia costiera e tutti gli altri attori di pertinenza, possa finalmente porre fine all’inquinamento ambientale sul territorio.

«Il lavoro per la tutela dell’ambiente e del territorio è serrato e costante – dichiarano i due primi cittadini – Esso costituisce una delle maggiori risorse per la nostra terra e, per tali ragioni, è nostro dovere difenderlo ad ogni costo da chi mette a rischio la sua salute».

L’Amministrazione comunale di Palmi