Palmi, “Armino”: «Servono misure per la ripartenza»

Il Circolo suggerisce alcune soluzioni da adottare per far ripartire il tessuto economico e sociale della città

0
475
municipio di palmi
municipio di palmi

La crisi economica legata alla diffusione del Covid ha colpito pesantemente anche la nostra economia. Per sostenere le famiglie e gli esercenti di Palmi, il Circolo Armino propone un pacchetto di misure finalizzate a sostenere e accompagnare la ripartenza del tessuto economico e sociale della città, auspicandone, sulla base di quanto decretato dal governo, l’adozione da parte dell’Amministrazione comunale:

  • istituzione di una Ztl Corso Garibaldi, via Toselli, via Roma nel periodo 15 giugno – 15 settembre dalle ore 18 alle ore 2 (più avanti con l’adozione del Piano Urbano del Traffico, previsto dal D.M. 2/01/1996, si potrà rendere pedonabile il Corso Garibaldi);
  • predisposizione di incentivi per l’utilizzo e l’acquisto di biciclette;
  • cancellazione del canone per l’occupazione di suolo pubblico da parte di imprese commerciali;
  • riduzione dei tempi per il rilascio delle autorizzazioni;
  • pubblicazione di linee guida per l’installazione di dehors leggeri per agevolare l’ampliamento delle superfici commerciali;
  • riduzione dell’IMU sugli immobili per i quali verrà applicata una “riduzione registrata” dell’importo di locazione a laboratori artigianali, attività commerciali e pubblici esercizi;
  • riduzione dell’ imposta di pubblicità;
  • predisposizione di incentivi per la sanificazione;
  • esenzione Tari per gli esercizi commerciali, inclusi gli ambulanti, relativamente al periodo di forzata chiusura;
  • sospensione della tassa di soggiorno e del pagamento della tassa rifiuti per le strutture turistico-ricettive;
  • dislocazione degli spettacoli estivi in misura omogenea sull’intero territorio comunale, evitando la concentrazione nel centro storico;
  • azzeramento della tassa di occupazione del suolo pubblico per la riqualificazione delle facciate ovvero per l’utilizzo di eco bonus e di sisma bonus in armonia con quanto previsto dai decreti del governo e dalla Legge di Bilancio per l’anno 2020, nonché riduzione e rateizzazione degli oneri di urbanizzazione;
  • riduzione delle tariffe e degli abbonamenti per il parcheggio su tutto il territorio comunale.