Operazione “Proelio”, annullata in Cassazione la sentenza di condanna di Saverio Napoli

L'uomo, polistenese, è difeso dall'avvocato Luca Cianferoni e dall'avvocato Maria Teresa Larobina

0
38

La I sezione della Corte di Cassazione (Pres. Bricchetti, Rel. Binenti) ha annullato la sentenza di condanna inflitta a Saverio Napoli di Polistena, imputato per violazione dell’articolo 74 dPR 309/90 nell’ambito del processo denominato Proelio, difeso dall’avvocato Luca Cianferoni del Foro di Roma, con la collaborazione dell’avvocato Maria Teresa Larobina.

L’operazione, all’epoca condotta dai Carabinieri coordinati dalla D.D.A. di Catania, aveva portato a 19 misure cautelari nel giugno del 2017 tra le province di Ragusa, Agrigento e Reggio Calabria.

Sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori erano finiti i presunti legami tra la criminalità siciliana e calabrese nell’ambito del traffico di stupefacenti, oltre che per numerosi episodi di furti di bestiame.

Annullata la sentenza di condanna anche per l’altro imputato polistenese Piccolo Giuseppe, difeso dagli Avvocati Francesco Formica ed Alfredo Gaito.