HomeCronacaOmicidio nel cosentino, ucciso un uomo a colpi di pistola

Omicidio nel cosentino, ucciso un uomo a colpi di pistola

Pubblicato il

Un uomo di 57 anni, Pasquale Aquino, con precedenti per spaccio di droga, è stato ucciso in un agguato stasera nella frazione “Schiavonea” di Corigliano Rossano, nel cosentino.

Aquino nel momento dell’agguato era appena sceso dalla propria automobile per fare rientro a casa. Contro il 57enne una persona, non si sa ancora se a volto scoperto o travisato, ha sparato alcuni colpi con una pistola calibro 9, uccidendolo all’istante.

Sull’omicidio hanno avviato indagini i carabinieri del Gruppo territoriale di Corigliano Rossano e del Reparto operativo del Comando provinciale di Cosenza.

Secondo quanto è emerso dai primi accertamenti dei militari, l’assassino, che sarebbe giunto sul luogo dell’omicidio a piedi, avrebbe raggiunto poi un complice che lo attendeva poco distante in sella ad una moto, ed insieme al quale si è poi allontanato.

Pasquale Aquino, nel 2017, era rimasto coinvolto in un’inchiesta su un gruppo criminale che avrebbe gestito un’attività di spaccio di droga nell’area di Corigliano Rossano. Il figlio della vittima, Vincenzo, nel 2021, era stato arrestato nell’ambito dell’operazione “Portofino” condotta dalla Polizia di Stato e riguardante, anche in questo caso, un’attività di spaccio di droga

Ultimi Articoli

Massiva attività di estorsione e assenza di denunce: così la ‘ndrangheta si è presa il territorio

Le parole del procuratore capo di Catanzaro Gratteri, e del Prefetto Messina descrivono una realtà drammatica che inquina fortemente l'economia

Cittanova, al Gentile in scena “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo

In scena martedì 31 gennaio per la XIX Stagione Teatrale

Facoltà di Medicina a Reggio Calabria, riunito il tavolo istituzionale per l’avvio del percorso

Presenti i rappresentanti della Città Metropolitana, del Comune, della Camera di Commercio, dell'Ordine dei Medici e dell'Università Mediterranea.

Nei guai l’ex dirigente della Regione Pasquale Anastasi. L’accusa è di traffico illecito di influenze

Ai domiciliari anche un altro dirigente della Regione, Rodolfo Bova

Massiva attività di estorsione e assenza di denunce: così la ‘ndrangheta si è presa il territorio

Le parole del procuratore capo di Catanzaro Gratteri, e del Prefetto Messina descrivono una realtà drammatica che inquina fortemente l'economia

Nei guai l’ex dirigente della Regione Pasquale Anastasi. L’accusa è di traffico illecito di influenze

Ai domiciliari anche un altro dirigente della Regione, Rodolfo Bova