HomeCronacaOmicidio Bruzzese, la Procura chiede due ergastoli per i presunti killer

Omicidio Bruzzese, la Procura chiede due ergastoli per i presunti killer

Pubblicato il

La Procura di Ancona ha chiesto due ergastoli per i presunti killer di Marcello Bruzzese, ucciso la sera di Natale del 2018 a Pesaro, fratello del pentito di ‘ndrangheta Girolamo.

Era la città dove l’uomo viveva con la sua famiglia sotto copertura, anche se nel campanello di cada figurava il suo nome per esteso. Girolamo è un ex affiliato della famiglia Crea, che si è ribellato, sparando al boss, per poi diventare collaboratore di giustizia. I killer attesero Marcello Bruzzese in via Bovio, dove sapevano che aveva il garage per la sua vettura. Lo uccisero scaricandogli addosso due caricatori. Poi la fuga.

Alla loro cattura si arrivò grazie a dei telefoni “olandesi”, uno dei quali trovato in possesso del latitante Giuseppe Crea a Rizziconi, in Calabria. I carabinieri del Ros, su indicazioni della Dda di Ancona, guidata da procuratore Monica Garulli, sono risaliti ai presunti killer, che avevano telefonini con sim olandesi la cui presenza venne riscontrata proprio a Pesaro il giorno di Natale del 2018.

Gli imputati sono Michelangelo Tripodi, di 43 anni, calabrese e Francesco Candiloro, anch’egli calabrese, ma di professione pasticcere a Brescia. Entrambi si dicono estranei ai fatti. La requisitoria di ieri, durata circa 5 ore, in un processo che avviene a porte chiuse con rito abbreviato, ha ripercorso le mosse dei presunti killer, il contesto e i motivi, spiegando che il delitto è maturato come un favore alla cosca dei Crea, che non aveva mai perdonato Girolamo Bruzzese.

Gli imputati e il collaboratore di giustizia erano collegati da remoto con l’aula del Tribunale di Ancona dove si svolge il processo. Udienza rinviata al 9 marzo per le parti civili. Sentenza probabile l’8 maggio.

Ultimi Articoli

Incendio Poly2Oil, il Pd Palmi critico nei confronti di Furgiuele

«Strumentale e sterile la nota stampa con cui si tenta di mettere in cattiva luce la gestione dell'emergenza da parte del sindaco»

Comitato di gestione Autorità portuale, Polimeni subentra a Guerrieri

La formalizzazione del nuovo desinato in rappresentanza del comune gioiese, in occasione della prossima riunione si terrà il prossimo 31 luglio

Il PCI di Polistena punta sulla giovane Scali

Mariacatena Scali è la nuova segretaria della sezione “Gramsci” del Partito Comunista Italiano di...

Incendio Poly2Oil, Ranuccio: «L’interrogazione di Furgiuele è frutto di strumentalizzazione politica»

Il sindaco di Palmi difende le scelte fatte nella fase dell'emergenza post incendio, coerenti con il Piano di protezione civile della città

Aeroporto di Reggio, elicottero dei Vigili del Fuoco si ribalta e va in fiamme. Salvi i piloti

L'incidente è avvenuto questo pomeriggio. Attualmente l'Areoporto è chiuso per la messa in sicurezza dell'area

Controlli della Polizia nella Piana, 11 denunce e sanzioni per 15mila euro

Particolare attenzione è stata prestata ai veicoli in transito nelle zone della movida