L’Avvocato Veneto: «Mi difenderò al processo utilizzando le prove della mia innocenza»

Al penalista palmese, lo scorso 17 Settembre, è stata notificata una richiesta di rinvio a giudizio per la corruzione del giudice Giusti

0
968

«Ho appreso che la Procura della Repubblica di Catanzaro, sin dal 17 Settembre scorso, ha depositato richiesta di rinvio a giudizio nei miei confronti per la corruzione del giudice Giusti, risalente ad 11 anni fa.

Altro non mi è stato ancora notificato e ciò mi consente di anticipare l’informazione alla stampa sulla inopinata scelta di esercitare l’azione penale nei miei confronti.

Non mi sorprende, perché è il segno dei tempi, che l’ufficio del PM per procedere nei miei confronti sovverta il valore delle prove di innocenza come tali valutate nel 2014 dalla stessa Procura di Catanzaro e dai giudici che le hanno esaminate nelle fasi cautelari e di merito del processo “Abbraccio”.

Tant’è; ma non basterà la singolare idea dell’ufficio procedente ad oscurare verità e ragione. Né ad intimidirmi. Mi difenderò nel processo non solo utilizzando le prove dell’innocenza già acquisite e contenute da quasi un decennio nel fascicolo. Ma dimostrando anche i fatti ulteriori che con il mio interrogatorio avevo offerto e che l’accusatore ha ignorato. 

Come ora, nel seguito darò tempestiva comunicazione degli eventi processuali che matureranno in modo che essi vengano resi noti nella loro interezza». 

Avv. Armando Veneto