HomeSportLa Calabria trionfa ai Campionati Europei di nuoto 2022

La Calabria trionfa ai Campionati Europei di nuoto 2022

Pubblicato il

Vittorie importanti per la Calabria agli Europei di nuoto con Giovanni Tocci, giovane promettente cosentino, atleta del Centro Sportivo dell’Esercito, che con un tuffo superbo dal trampolino da un metro si classifica terzo ai campionati Europei in corso a Roma. Medaglia d’argento per l’altro azzurro in gara, Lorenzo Marsaglia; oro per il britannico Jack Laugher. 

Ma le soddisfazioni  continuano e arriva un altro bronzo dal trampolino da tre metri per  Tocci, mentre l’oro va a Lorenzo Marsaglia e l’argento al britannico Jordan Houlden.

Altro bronzo significativo dalle grandi altezze viene conquistato da un altro trentenne calabrese, Alessandro De Rose, preceduto  dalla coppia rumena formata da Constantin Popovici e da Catlin-Petru Pedra. Alessandro  De Rose diventa il primo azzurro a vincere una medaglia europea nella specialità.

«Una bella emozione e poi giocare in casa è sempre ancora più bello».

Queste le parole di Giovanni Tocci, originario di Arcavacata di Rende, che a soli 27 anni porta a casa un prestigioso risultato. Il giovane gode di un già brillante curriculum che lo vede nel 2015, partecipare ai Campionati mondiali di nuoto di Kazan nella competizione del trampolino 3 metri sincro, classificandosi nono in coppia con Andrea Chiarabini.

Nel 2016, ai campionati europei vince l’argento nel trampolino da 1 metro, vittoria che in campo maschile e in una competizione tuffistica internazionale non si otteneva da sette anni, ossia dagli europei di Torino 2009. Ai campionati mondiali di nuoto 2017 si aggiudica la medaglia di bronzo nel trampolino da 1 metro, mentre agli europei di nuoto di Glasgow 2018 vince la medaglia d’argento nel trampolino 1 metro, chiudendo alle spalle del britannico Jack Laugher.

Non da meno è il curriculum di De Rose, classe 1992, cosentino di nascita che nel 2014 ottiene il quindicesimo posto nella FINA High Diving World Cup di Kazan tuffandosi dalla piattaforma 27 metri. L’anno successivo al FINA High Diving World Cup di Cozumeli 2015 si classifica sedicesimo.

De Rose vince la sua prima tappa del Red Bull Cliff Diving World Series a Polignano a Mare e successivamente si aggiudica la medaglia di bronzo ai Mondiali di Nuoto a Budapest, la prima di un italiano nelle grandi altezze. Due anni dopo a Gwangju, si classifica quinto.

La Calabria, anche in questo contesto riesce ad emergere, grazie alla professionalità ed al duro lavoro di Tocci e De Rose, ai quali auguriamo tanti successi per gli anni futuri.

Ultimi Articoli

Politiche 2022, ecco chi sono i parlamentari calabresi

Si sono delineate, dunque, le figure politiche che occuperanno le caselle dei 19 posti...

Politiche 2022, Conia (Up) chiede una riflessione nazionale

«Abbiamo il dovere di non disperdere questo grande lavoro fatto sul territorio» ha spiegato...

L’Ordine dei commercialisti di Palmi a confronto su antiriciclaggio e operazioni sospette

Il dibattito è stato organizzato dall'Ordine in collaborazione con Opera Professioni e Sole 24Ore

Nas, la stagione estiva si chiude con 168 controlli e 2 tonnellate di alimenti sequestrati

Elevate sanzioni per un valore complessivo di 130.502mila euro

Il ventennio della più Grande Palmese di sempre

di Francesco Lacquaniti - Nella stagione 1933-34 la Palmese fa capolino nel campionato di...

OmiFer Palmi pallavolo “Franco Tigano”, presentata la squadra della stagione 22/23

Tutto pronto in casa della OmiFer Palmi pallavolo “Franco Tigano” per affrontare la Regular...

Palmi, grande soddisfazione per la prima edizione della gara di nuoto “Trofeo Costa Viola”

Soddisfazione per la grande partecipazione alla prima edizione della gara di nuoto