La Calabria tra le mete più scelte dell’estate 2020

Uno studio di Eurispes Calabria e CNA Turismo piazza la Calabria al quinto posto della classifica nazionale delle regioni scelte per trascorrere le vacanza

0
724

La vacanza dell’estate 2020? In Italia, naturalmente. In Calabria, sorprendentemente.

A dirlo è uno studio di Eurispes Calabria che su input del suo direttore Maurizio Lovecchio ha analizzato i dati sui flussi turistici forniti da CNA Turismo sui propri associati, pubblicati di recente

La classifica delle Regioni d’Italia più visitate, elaborata in base alle prenotazioni nelle strutture turistiche per il mese di Agosto, racconta di una Calabria che finalmente è riuscita a guadagnarsi un posto nella top five delle Regioni più visitate d’Italia nell’estate 2020.

La punta dello Stivale è la quinta regione per numero di turisti, preceduta da Puglia, Toscana, Sicilia e Sardegna.

Un quinto posto che è tutto una sorpresa, ma che è stato pienamente meritato.

La Calabria è da sempre considerata la regione in cui le vacanze le fanno i calabresi residenti altrove in Italia o all’estero, che aspettano l’arrivo dell’estate per incontrarsi con i familiari. La presenza di turisti tout court è sempre stata abbastanza limitata: chi veniva in Calabria era in genere un turista di passaggio diretto in Sicilia o proveniente dall’Isola.

L’estate 2020, però, ha mutato l’essenza del turismo e dei turisti nella nostra Regione, che meritatamente si piazza al quinto posto nella classifica delle più visitate d’Italia. C’è poca voglia di fare viaggi in aereo e all’estero, dove la situazione sanitaria non è delle migliori, e così, complici una serie di fattori tra cui va citato il bonus vacanza, gli italiani hanno scelto di scoprire l’Italia e viaggiare al sud, alla scoperta di una regione ancora poco nota ma che ha molto da offrire.

Ma chi sceglie la Calabria e perché?

Sono perlopiù turisti italiani, famiglie e gruppi di amici, che nell’estate più incerta degli ultimi decenni, ancora più incerta delle estati degli anni della crisi economica, hanno scelto una delle regioni in cui il Coronavirus ha fatto meno contagi. Hanno scelto di fare un’esperienza diversa visitando spiagge e montagna, sperimentando un turismo più sostenibile fatto di hiking e trekking, di archeologia e folklore e di enogastronomia.

Proprio il basso numero di contagi da Coronavirus, durante i mesi scorsi, sembra aver inciso sulle scelte degli italiani; nelle scorse settimane Eurispes Calabria ha fornito una fotografia della Regione durante i mesi di lockdown: dialogo con lo Stato, rispetto delle regole e attenzione costante hanno reso la Calabria una Regione quasi Covid free, la meta perfetta per le vacanze estive.

La Calabria ed i calabresi ringraziano i turisti per la scelta e la fiducia ma, adesso, chiedono ai loro visitatori attenzione e rispetto delle regole.

Il virus è ancora in circolo, ed il focolaio di Reggio Calabria di questi giorni, la curva dei contagi in aumento, sono un campanello d’allarme che deve ricordarci che non va abbassata la guardia. Mascherina, distanziamento sociale, igienizzazione delle mani sono regole che valgono ancora, le uniche che possono garantire una vacanza serena dopo un anno difficile.