“Il lavoro mobilita l’uomo”: Palmi si prepara alla VIII edizione del Festival di Diritto e Letteratura

Previste quattro giornate di eventi che introdurranno il Festival

0
80

Il Festival della Letteratura e del diritto “Città di Palmi” celebra la sua ottava edizione, programmando quattro giorni di incontri, conversazioni e processi immaginari dal 13 al 16 ottobre.

Il titolo della manifestazione è: Il lavoro mobilita l’uomo. Percorsi di diritto e letteratura.

Come già accaduto nella precedente edizione, gli organizzatori hanno rinviato l’originaria programmazione dell’evento, prevista per aprile: e questo, per potersi assicurare la partecipazione diretta del pubblico, anche se nel pieno rispetto delle limitazioni imposte dall’emergenza Covid 19.

La manifestazione, alla luce del successo crescente delle precedenti edizioni (che hanno visto, va ricordato, la partecipazione di studiosi internazionali del calibro di Francois Ost, di scrittori come Gianrico Carofiglio, Paolo Rumiz e Piergiorgio Odifreddi, di artisti come Moni Ovadia e Fabio Canino) punta come da tradizione su di un assetto organizzativo ormai ben consolidato, apportando alcune importanti novità.

Confermata la collaborazione organizzativa con il Comune di Palmi, l’Università Mediterranea di Reggio Calabria e con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi,quello che è l’unico festival in Italia in materia di studio comparato di Diritto e Letteraturaottiene il patrocinio del Ministero della Cultura e vede confermato quello del Consiglio Nazionale Forense, per una sessione interamente dedicata all’avvocatura.

Per la prima volta il Festival registra la formale partecipazione dei Consigli dell’Ordine degli Avvocati anche di Reggio Calabria e di Vibo Valentia, oltre ad un’interessante partnership con il main sponsor Webgenesys e con l’Eurispes, prestigioso istituto di ricerca economica e sociale che ha appena dato alle stampe la 33ma edizione del Rapporto Italia.

A realizzare la manifestazione, come sempre, sarà l’omonima associazione, con il presidente ed ideatore dell’evento Antonio Salvati, magistrato del Tribunale di Reggio Calabria, ed il coordinatore scientifico prof. Daniele M. Cananzi, ordinario di Filosofia del Diritto presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria e direttore del CRED – Centro di Ricerca per l’Estetica del Diritto.

Tra i tanti ospiti illustri di questa edizione, la professoressa Elsa Fornero, già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali; scrittori come Erri De Luca, Maurizio De Giovanni, Giacomo Papi, Aldo Nove ed Eleonora Lombardo; studiosi e giuristi come Antonio Nicaso e Giorgio Fontana; artisti dal noto impegno civile come Fortunato Cerlino eAscanio Celestini.