HomeCronacaGioia Tauro, agguato nella notte: ucciso un uomo a colpi di arma...

Gioia Tauro, agguato nella notte: ucciso un uomo a colpi di arma da fuoco

Pubblicato il

Agguato ieri sera a Gioia Tauro, intorno alle 23.

Un uomo di 50 anni, Massimo Loprete, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre si trovava al distributore di carburante sulla strada statale 18, a Gioia Tauro.

Stando alle prime rilevazioni dei carabinieri intervenuti sul posto, Loprete stava per fare benzina a bordo della propria auto, quando qualcuno gli ha rivolto colpi d’arma da fuoco, probabilmente una pistola. 

L’auto, insieme al corpo della vittima, è stata trovata ferma vicino alla pompa di benzina. 

Loprete era un soggetto già noto alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti, gestiva un’attività di autonoleggio.

I carabinieri stanno adesso cercando di poter ricostruire le modalità del delitto attraverso le immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza del distributore.

Ultimi Articoli

Felici & Conflenti, dal 23 luglio la festa di comunità più grande della Calabria dedicata al patrimonio coreutico e musicale

Prime tre giornate tra natura, incontri e formazione. Ospiti di rilievo Mimmo Lucano, Vito Teti, Giuseppe Smorto e Massimiliano Capalbo

I Negramaro chiudono la tappa palmese dell’RDS Summer Festival 2024

Sul palco anche Irama. Piazza I Maggio piena per l'evento musicale

Incendio di Palmi, Arpacal installa un’altra centralina a Taurianova

Il sindaco Biasi ringrazia per la prontezza: «Siamo con i cittadini che chiedono trasparenza per trattare l’allarme senza generare inutili allarmismi»

Oppido, aumento della Tari. L’opposizione insorge in aula: «Inaccettabile la scelta dell’amministrazione»

Il consigliere Margherita Mazzeo critica anche la scelta di nomina di un assessore tecnico esterno

Controlli della Polizia nella Piana, 11 denunce e sanzioni per 15mila euro

Particolare attenzione è stata prestata ai veicoli in transito nelle zone della movida

Avrebbero usufruito del bonus facciate senza aver realizzato i lavori: due persone ai domiciliari e 1,6 milioni di euro di beni sequestrati

L'operazione della Guardia di Finanza è stata coordinata dalla Procura di Palmi