Furto di energia elettrica, arrestati due fratelli di Gioia Tauro

I due, titolari di un'azienda locale, avevano effettuato delle modifiche al contatore dell'Enel, riuscendo fino a ridurre del 90% il consumo segnalato di energia elettrica

0
2966

Nei giorni scorsi a Gioia Tauro, il personale del Commissariato di polizia, durante una perquisizione domiciliare ha arrestato un 42enne gioiese, con precedenti di polizia per reati in materia di armi e ricettazione, e la sorella di anni 35, con precedenti di polizia per reati contro la pubblica amministrazione, responsabili, in concorso, del reato di furto aggravato di energia elettrica.

I due, titolari di un’azienda locale, avevano effettuato ingegnose modifiche al contatore dell’Enel, riuscendo fino a ridurre del 90% il consumo segnalato di energia elettrica.

L’attività svolta è il risultato dell’attenzione rivolta dal Questore della provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, al fine di debellare ogni forma di illegalità diffusa presente nel territorio e consentire il ripristino del rispetto delle regole.