Furto di energia elettrica, arrestate due persone

Durante l'attività di controllo svolta dai Carabinieri della Compagnia di Taurianova sono stati scoperti gli illeciti commessi da due persone di Molochio e Giffone

Due persone, una di Molochio e l’altra di Rizziconi, sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Taurianova al termine di un servizio di controllo del territorio.

Si tratta di Giuseppe Taverniti, 62enne di Molochio, accusato di furto aggravato. I militari dell’Arma, al termine di un controllo effettuato nel suo negozio, hanno riscontrato collegamenti abusivi alla rete elettrica pubblica realizzati per alimentare l’impianto dell’attività.

British il buon caffè della Piana Ape maia il buon caffè della Piana

Di circa 75 mila euro il danno stimato.

Lo stesso servizio è stato svolto dai militari della Stazione di Giffone, i quali nel corso di un controllo eseguito in casa di Pasquale Valente, 56enne di Giffone, pregiudicato, già sottoposto agli arresti domiciliari per altro procedimento penale, hanno riscontrato il funzionamento di un bypass artigianale al contatore per la lettura dei consumi, nascosto all’interno di un muro, allo scopo di alimentare fraudolentemente l’impianto elettrico dell’abitazione.

L’uomo è stato quindi arrestato in flagranza di reato.

Infine, altre due persone di 20 anni, e 46 anni, sono state denunciate in stato di libertà per furto aggravato di energia da militari della stazione Carabinieri di Cinquefrondi, poiché durante alcune verifiche svolte nelle rispettive abitazioni è stata riscontrata la manomissione del contatore dell’Enel.